Quantcast

Lucchese penalizzata. Inibiti Bacci e Bettucci

Piove sul bagnato in casa Lucchese. La società, che in settimana ha visto la richiesta del fallimento da parte della procura del tribunale fallimentare di Firenze della Coam, socio di maggioranza dei rossoneri, è stata penalizzata di un punto in classifica per decisione della Covisoc. La sanzione arriva, come si legge nel dispositivo “per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver depositato, entro il termine del 30 giugno, idonea garanzia a prima richiesta dell’importo di 350mila euro e comunque per non aver documentato alla Lega Italiana Calcio Professionistico, entro lo stesso termine, l’avvenuto deposito della garanzia a prima richiesta dell’importo di 350mila sopra indicata”. Per tale violazione sono stati inibiti per due mesi il presidente Andrea Bacci e l’amministratore delegato Fabio Bettucci mentre è stato prosciolto il componente del cda Gianluca Campani. Per tutti e tre la procura federale aveva chiesto l’inibizione di sei mesi.

Sempre nel dispositivo si legge che la fidejussione presentata in prima battuta era “una mera bozza e non ha alcun valore giuridico ai fini del rispetto del termine”. “Sussiste – è la conclusione – pertanto la responsabilità dei legali rappresentanti della società Bacci  e Bettucci che, nelle loro qualità di legali rappresentanti della società non hanno ottemperato all’obbligo predetto, ponendo in essere una condotta chiaramente omissiva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.