Quantcast

Rudy Michelini fra i primi cinque al “Balcone delle Marche”

Rudy Michelini, ha concluso al meglio possibile il proprio ritorno nei rallies su terra dopo quattro stagioni di assenza. Durante il fine settimana appena trascorso, al nono rally Balcone delle Marche, a Cingoli (Macerata), ha concluso infatti in quinta posizione assoluta, al volante della Ford Fiesta R5 del team piemontese Erreffe gommata Pirelli.

Affiancato come consuetudine dal fido Michele Perna, il driver lucchese portacolori della scuderia Movisport, ha affrontato con grande impegno la terza prova del Challenge Raceday Rally Terra. Sui fondi sterrati, Michelini non vi correva dal 2012 e sicuramente il ritorno dopo quattro stagioni è stato tanto difficile quanto ricco di soddisfazione e di feedback tecnici da prendere come esperienza per il futuro agonistico. Anche il timing dell’evento evidenzia il grande lavoro che ha svolto l’equipaggio, in concerto con la squadra, proprio per avere indicazioni importanti. Nell’immediato pre-gara è stato svolto un test per presa di contatto con la vettura e per riprendere gli automatismi con la terra essendo passati alcuni anni dall’ultima partecipazione ad una gara su strada bianca. Alla domenica, durante il primo giro di prove della gara, corso con fondo umido per la pioggia caduta nella notte precedente, Michelini e Perna sono partiti con un passo tranquillo di migliorare l’approccio con la strada e di contenere il distacco dagli specialisti della terra. Questa prima “missione” è stata compiuta al meglio possibile, sempre gravitando ai vertici assoluti, con complimenti da avversari ed addetti ai lavori. Nel secondo giro di gara, gli avversari abituati a correre sui fondi sterrati hanno fatto regolazioni dettate dall’esperienza potendo migliorare il loro passo, mentre Michelini e Perna si sono impegnati nel cercare di migliorare la loro guida senza fare interventi di rilievo sulla vettura. La fase finale dell’impegno marchigiano, sulla scorta dell’esperienza maturata nelle prime sei prove speciali, sono state apportate modifiche al set up della Ford Fiesta che hanno permesso nell’ultimo giro di prove di migliorare notevolmente il feeling con il fondo ed anche con la macchina (guidata per la terza volta), riuscendo a rimanere in scia ai migliori della classifica finale.
“Sicuramente dopo 4 anni di assenza dagli sterrati – commenta Michelini – e comunque con un’esperienza generale sulle strade bianche minima, ripartire dalle strade marchigiane del Balcone delle Marche non è stato molto semplice, in quanto su questa tipologia di terra spesso ci si trova a percorrere tratti molto veloci con scarsa aderenza, avere il giusto feeling e la giusta abitudine a guidare in queste condizioni è fondamentale per ottenere i tempi in gara. È stato sicuramente un rally positivo per noi ed anche molto divertente. La vettura del Team Erreffe ha marciato come un orologio, sempre perfetta, stesso discorso per le gomme Pirelli che abbiamo utilizzato, ci hanno assecondati in ogni situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.