Nuove Pantere, inizia la stagione. Con l’incognita Acquedotto

Ci siamo. Dopo un’anteprima giocata dai ragazzi dell’under 12 domenica scorsa, le Nuove Pantere scendono in campo con tutte le squadre in questo fine settimana; 5 campionati e quasi 100 atleti impegnati.
Iniziano oggi le giovanili, under 15 baseball e under 21 Softball rispettivamente alle 16 al campo dell’Acquedotto e alle 17 a Carraia; proseguono gli under 12 a Livorno domenica, ma il clou c’è con le prime partite ufficiali per le squadre Senior; la serie B softball esordisce a Carraia contro le brave avversarie del Massa, già campionesse toscane nel 2016, mentre la serie B Baseball, neo promossa, incontrerà in trasferta i Panamed Lancers Bc di Lastra a Signa nella prima partita di coppa Italia.

Un importante impegno di tutta la società, degli allenatori e della dirigenza; quest’ultima impegnata anche a cercare risorse per i campionati che stanno partendo, per pagare i canoni dei campi (in certi casi decuplicati) e per ristrutturare il campo dell’Acquedotto che necessita di urgenti lavori per la omologazione alla serie B di baseball.
Da quest’anno si fa sul serio nel baseball a Lucca. Sia dal lato tecnico dove i giovani giocatori lucchesi e il manager Presenti sono chiamati ad un impegnativo campionato contro squadre provenienti da regioni dove si gioca un baseball di livello; sia dal lato normativo dove le Nuove Pantere devono adempiere alle richieste della Federazione che impone interventi urgentissimi al campo per ospitare le squadre avversarie e gli arbitri federali. Aggiungiamo anche dal lato del decoro visto che a Lucca ed al campo dell’Acquedotto arriveranno squadre provenienti dall’Emilia Romagna e dal Veneto, abituate a ben altre realtà e le Nuove Pantere, nel loro piccolo, ci tengono particolarmente all’accoglienza degli avversari e del pubblico ospite.
“Un investimento importante per la società lucchese (ancorché minimo se confrontato ad altre realtà) – dicono dalle Nuove Pantere – che si trova in una imbarazzante solitudine ad affrontare un evento che dovrebbe essere un vanto per la città. In fondo si parla di una promozione in serie B. La società comunque non molla; ha 100 ragazzi e ragazze da far giocare 104 partite nei prossimi 4 mesi e questo è il maggior stimolo per un impegno totale e senza riserve per riuscire anche quest’anno a sopravvivere e tenere altro l’onore di Lucca e dello sport”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.