Geonova, netta sconfitta a Firenze (83-62)

Pino Dragons – Geonova Lucca 83-62 (23-19, 48-32, 67-47)
PINO DRAGONS: Filippi 14, Passoni 13, Poltroneri 13, Magini 10, Zappia 7, Merlo 2, Volpi ne, Massoud Ansari ne, Goretti 14, Taiti ne, Marotta 10. All.: Salvetti
GEONOVA LUCCA: Drocker 13, Loni 4, Del Debbio 8, De Falco 10, Romano 13, Danesi 14, Russo, Lombardi, Pierini, Giovannetti ne, Santini ne, Balducci ne. All.: Piazza

Netta sconfitta per la Geonova Lucca sul parquet fiorentino sponda Pino Dragons. La formazione di coach Piazza regge solo nel primo quarto, poi vede allontanarsi gli avversari che chiudono con cinque effettivi in doppia cifra. Inutile il tentativo di recupero nell’ultimo quarto, con i fiorentini che conquistano i due punti con un eloquente +21 e infliggono ai biancorossi la seconda sconfitta stagionale.
Primo quarto partito subito con il gas in fondo, il Pino a canestro, Romano risponde, cosi va avanti, botta e risposta per tutto il periodo, con le squadre spesso in parità, fino a poco prima della sirena quando i padroni di casa vanno in vantaggio di quattro lunghezze. Da segnalare un antisportivo, molto dubbio, dato a Loni.
Il secondo quarto inizia sempre con la stessa intensità. Scorrono un paio di minuti e Del Debbio accorcia per il meno tre, dalla sponda Pino salgono in cattedra Filippi e Goretti con un martellamento incessante, fino a scavare un importante solco che segnerà tutta la partita. Il parziale che la Geonova rimedia è di meno dodici che insieme a quanto accumulato nel primo periodo manda i ragazzi di Piazza negli spogliatoi per il riposo sotto di sedici lunghezze.
Al rientro in campo è Poltronieri per i padroni di casa a guidare le danze, si aggregano Marotta, Passoni e Magini, è difficile tenere testa ai fiorentini. Ci prova Del Debbio con una tripla e subito dopo con altri due punti dall’area piccola, De Falco ancora dal pitturato, poi una serie di liberi a firma Drocker, Del Debbio, Danesi, ancora Danesi da tre a indicare che i ragazzi non mollano, anche il terzo quarto va ai fiorentini che chiudono con un parziale di più quattro portando il complessivo a più venti.
Nel quarto ed ultimo periodo la Geonova è li, lotta, ci prova, rimedia falli per andare ai liberi, corre, ma contro questo Pino Dragons c’è poco da fare ed anche l’ultimo è per i padroni di casa. Le ostilità terminano con il suono della sirena, i tremolanti display rossi indicano un laconico 83-62 e la vetta della classifica si affolla. Al primo posto c’è la Virtus Siena a 18, poi Pino Dragons, Cmb e Valdisieve a 16 punti. E il campionato è ancora lungo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.