Piacenza non imbattibile fra le mura amiche

Il Piacenza non ha mantenuto le aspettative, la squadra di Franzini è dodicesima in classifica con 29 punti in coabitazione con l’Arezzo. Lamenta una lunghezza di ritardo dal duo formato da Pistoiese e Arzachena con gli arancioni che stanno occupando l’ultima poltrona utile che da l’accesso ai playoff. La situazione di classifica non è tra le più rosee con la scomoda poltrona dei playout occupata dai cugini del Pro Piacenza distanziati di 5 punti.

Rendimento
Nelle ultime 5 gare i biancorossi non conoscono mezze misure. Dopo il pareggio all’Armando Picchi con il Livorno per 2-2 del 18 dicembre 2017 sono arrivate 4 sconfitte e due vittorie. Alle due sconfitte consecutive con Monza in casa e Cuneo fuori con le quali aveva chiuso il 2017 hanno fatto seguito il successo interno con l’Olbia, la sconfitta nel recupero con la Robur Siena del 24 gennaio 2017, l’affermazione ad Arezzo vanificata dalla sconfitta in Sardegna con l’Arzachena.

Bilancio interno
Dei 29 punti totalizzati, 17 sono arrivati dal “Garilli” dove gli emiliani hanno raccolto 5 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte realizzando 13 reti e subendone 10. Il rendimento dei biancorossi migliora nella seconda frazione, nei primi 45’ sono state segnate 3 reti il triplo più una nel secondo tempo. 3 sono anche le reti incassate sempre nel primo tempo contro le 7 del secondo. Tranne nella gara vinta il 24 novembre con l’Alessandria per 3-2, nelle gare in cui è andato in svantaggio per primo ha sempre perso. Le 4 sconfitte sono state tutte di misura, solo quella con la Viterbese Castrense del 16 ottobre 2017 è maturata nel primo tempo. Nell’ultimo quarto d’ora si sono materializzate le sconfitte con Cuneo, Monza e Robur Siena. Tre sconfitte per 1-0 solo quella con la Robur Siena per 2-1. Oltre ai toscani, l’unica squadra capace di segnare due reti al “Garilli” è stata l’Alessandria, ma i grigi sia pur in vantaggio per 2-0 sono usciti battuti. Oltre ai piemontesi, anche il Gavorrano è stato superato per 3-0 il 4 ottobre 2017 in quella che fino ad ora è la vittoria casalinga più ampia. Per 2-1 sono uscite battute Arezzo e Arzachena, in entrambe le occasioni il Piace ha sbloccato per primo il risultato, subendo il pareggio degli avversari. Tranne quella con il Gavorrano, tutte le altre affermazioni sono arrivate nel secondo tempo. L’unico risultati a reti bianche è arrivato con il Pisa mentre la Carrarese, unica formazione arrivata insieme al Gavorrano in svantaggio alla pausa è stata capace di imporre il pareggio per 1-1 il 12 novembre 2017. Dopo questo pareggio tra le mura amiche per l’undici di Franzini sono arrivate due vittorie e altrettante sconfitte.

Cifre
15 elementi hanno contribuito alla fase di realizzazione. Dei 28 gol segnati troviamo Corazza e Romero con 4 centri, Morosini, Pergreffi e Pederzoli con 3 marcature, Segre a quota 2 e la pattuglia formata da Scaccabarozzi, Mora, Zecca, Della Latta, Bini, Silva, Masciangelo, Taugouedeau e Corradi a quota 1. 6 i rigori decretati a favore degli emiliani, di cui uno fallito da Morosini nella stracittadina con il Pro Piacenza. 7 i rigori fischiati contro di cui 2 parati da Fumagalli in casa con la Viterbese Castrense e a Livorno. 7 anche i cartellini rossi rimediati dai piacentini, in successione sono stati espulsi Bertoncini, Silva, Romero, Bini, Pergreffi, Morosini e Pederzoli.

Rosa
Nel mercato di gennaio cinque i volti nuovi. I centrocampisti Mattia Corradi dall’Arezzo e Antonhy Taugourdeau dal Trapani. Per lui si tratta di un ritorno così come è un ritorno quello di Stefano Franchi dal Rezzato. A questi si aggiungono l’arrivo dal Vicenza di Davide Di Molfetta e di Massimiliano Pesenti proveniente dal Pontedera.

Arbitro
Gara affidata alla direzione del fischietto Stefano Lorenzin della sezione di Castelfranco Veneto con l’avvallo degli assistenti Mattia Segat di Pordenone e Thomas Miniutti di Maniago. Ha arbitrato per due volte il Piacenza con un bilancio di una vittoria e una sconfitta. La prima volta al Garilli in serie D l’11 ottobre 2015 nella gara vinta per 2-1 sull’Olginatese, nella stagione scorsa ha diretto gli emiliani il 29 gennaio 2017 nella gara persa a Viterbo per 1-0 gara terminata in 10 da entrambe le formazioni. Un precedente anche con la Pantera, diretta il 12 novembre 2017 nella gara vinta al Porta Elisa per 2-1 sull’Alessandria, griffata da Fanucchi e Maini e gol di Fischnaller per l’orso grigio.

Precedenti
Lo scorso anno al Garilli il 23 dicembre 2016 successo rossonero per 2-1. L’avvio bruciante della Lucchese gettava le basi per la vittoria rossonera con l’uno-due di Forte nei primi 9, la rimonta del Piace si fermò alla rete di Razzitti a 8 minuti dalla conclusione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.