Lucchese, ecco Santovito. Mercato ‘no stop’ per rinforzarsi

Una Lucchese da puntellare: prosegue incessante il lavoro del ds Antonio Obbedio che, anche in queste ore, sta cercando di chiudere trattative bene avviate per consegnare al tecnico Favarin maggior spessore tecnico ed iniezioni d’esperienza. Il primo affare pronto ad andare in porto è quello che coinvolge il difensore Riccardo Santovito: classe ’99, di proprietà del Parma, è pronto ad arrivare in prestito a Lucca, entro domani.

Il reparto arretrato, inoltre, verrà reso ancora più impermeabile attraverso la scelta di un profilo esperto tra i pali: in questo senso, il nome buono resta sempre quello del classe ’95 Wladimiro Falcone, l’anno scorso titolare al Gavorrano proprio con Favarin. Anche l’estremo difensore, il cui cartellino è di proprietà della Sampdoria, arriverebbe a Lucca con la formula del prestito secco. Altro giro altro prestito: dal Pisa, che lo ha rilevato dopo il fallimento del Bari, potrebbe arrivare arrivare l’esterno offensivo Claudio Maffei, mentre per il cerchio di centrocampo si lavora forte sul profilo di Giacomo Cenetti, centrocampista dell’Arezzo. Il reparto che richiede uno sforzo deciso, però, è senz’altro l’attacco: Obbedio sa che serve una punta capace di andare in doppia cifra perché una squadra che partirà con un handicap importante non può permettersi – come troppo spesso è accaduto nella storia recente della Lucchese – di non capitalizzare al massimo la mole di gioco offensivo creata.
Per questo, nei giorni scorsi erano circolati i nome dell’albanese Andrea Isufaj (di proprietà del Chievo) e di Federico Gerardi (in forza al Pordenone), ma il ds rossonero continua a lavorare sotto traccia anche ad altre possibilità, con il chiaro intento di portare a Lucca ancora 4-5 prospetti capaci di alzare l’asticella dal punto di vista tecnico e sotto il profilo, ineludibile per sperare di salvarsi, dell’esperienza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.