Rugby Lucca, tutto pronto per il memorial Bernardo Romei

Membro fondatore, giocatore, allenatore, anima e fratello maggiore per un gruppo di ragazzi lucchesi che avevano trovato nella palla ovale una passione comune. Bernardo Romei, per il Rugby Lucca è stato tutto questo. E quegli stessi ragazzi che grazie a lui mossero i primi passi nel rugby, hanno voluto organizzare un torneo in sua memoria. Per questo motivo, il Memorial Bernardo Romei, giunto quest’anno alla sua quarta edizione che si svolgerà agli impianti sportivi dell’Acquedotto sabato 15 e domenica (16 settembre), non è solo un torneo di rugby ma è qualcosa di più. La due giorni ovale si aprirà sabato 15 settembre con un open day, dove chiunque potrà scendere in campo e provare il rugby, scoprendo i segreti e gli aneddoti di questo sport e magari bere qualche birra, che non può mancare, ascoltando buona musica.

La manifestazione rappresenta un momento fondamentale per la comunità di appassionati del rugby lucchese: un momento in cui tutti i tifosi, gli ex giocatori e i tesserati si ritrovano per ricordare Bernardo e gli anni trascorsi insieme, sul campo da rugby e fuori. Oltre a lui, sarà ricordato anche il professor Paolo Barsotti, amatissimo professore dell’Itis Fermi che per primo portò il rugby a Lucca. A lui è intitolato il premio che andrà al miglior giocatore del torneo. Non mancheranno in questi due giorni i brindisi in loro onore né il canto Ireland’s call, l’inno dell’Irlanda ovale che Bernardo e Paolo amavano cantare nelle serate di bagordi insieme a tutta la truppa di rugbisti lucchesi.
Sarà dunque una grande festa del rugby in generale, senza però dimenticare l’aspetto sportivo della manifestazione. La quarta edizione del Memorial Bernardo Romei sarà anche quella con il livello tecnico più alto e con interessanti spunti in vista del campionato: sul campo sarà possibile ammirare alcune delle realtà under 18 più importanti della Toscana: la formazione fiorentina dei Medicei (squadra che ha vinto il torneo negli ultimi due anni), l’Etruria Piombino e i Cavalieri Prato-Sesto. A questi si deve aggiungere la squadra di casa: la formazione affidata anche per quest’anno alle cure di Marco Montefalcone, vede rinnovata la collaborazione con i Titani Viareggio di Denis Dallan e, dopo aver raggiunto la fase interregionale nella scorsa stagione, quest’anno è chiamata a confermarsi. Magari partendo proprio con la vittoria del torneo, impresa mai riuscita finora. Sarà quindi un torneo dal livello tecnico e agonistico molto alto.
Ma gli spunti di grande interesse non finiscono qui: dopo il torneo riservato alla categoria under 18 che si svolgerà la domenica mattina, seguirà infatti la prima uscita stagionale della prima squadra di mister Matteo Giovannico contro la formazione spezzina del Golfo Poeti. Sarà un’ottima occasione, contro un avversario di buon livello, per testare le reali potenzialità della squadra biancorossa che anche quest’anno cercherà di raggiungere la promozione.
“Mi fa piacere che il ricordo di Bernardo sia ancora vivo in questi ragazzi nonostante siano passati già diversi anni dalla sua morte e che sia tramandato anche alle nuove generazioni di rugbysti lucchesi – ha detto Claudia Romei, sorella di Bernardo e presidente onorario del Rugby Lucca -. Era una persona straordinaria e il fatto che così tante persone siano ancora legate a lui ne è la dimostrazione. Per questo sono particolarmente felice di essere qui oggi e ringrazio tutte le persone che si sono occupate dell’organizzazione”.
Ad entrare nei contenuti tecnici del torneo è il direttore sportivo del Rugby Lucca, fresco di nomina, Andrea Marchi: “Per noi si tratta di un appuntamento molto importante. Tutti, io compreso, abbiamo iniziato a giocare a rugby grazie a Bernardo e a Paolo Barsotti. È un’occasione per riunirci nel ricordo di due persone che tanto hanno fatto per il rugby a Lucca e per riaffermare i valori che ci uniscono. Ma oltre all’aspetto sociale, ci saranno anche interessanti spunti sportivi. La nostra formazione under 18 lo scorso anno ha fatto un’ottima stagione e ci aspettiamo che quest’anno si ripeta iniziando, magari, vincendo il torneo. Anche la partita della prima squadra sarà molto interessante: puntiamo alla promozione e giocare contro un avversario di livello come il Golfo Poeti ci aiuterà ad entrare subito in clima campionato. Ci tengo poi a ricordare l’open day del sabato. L’anno scorso fu un grandissimo successo e speriamo che anche quest’anno molte persone vengano a provare questo meraviglioso sport”.
Il torneo di rugby Memorial Bernardo Romei nasce nell’estate del 2015 per volontà del consiglio direttivo del Rugby Lucca che, nell’occasione, nominò Claudia Romei, sorella di Bernardo, Presidente onorario del Club. Lo scopo della manifestazione è ricordare l’amico Bernardo, persona fondamentale per la nascita della società, scomparso all’età di 25 anni a causa di un male improvviso. Il torneo vuole essere un momento di festa e di incontro per tutti gli appassionati di rugby e per le persone che hanno voluto bene a Bernardo: un momento per ritrovarsi al campo per una due giorni fra sport e convivialità.
Dal 2016 inoltre, è stato inserito il Premio Paolo Barsotti in ricordo dell’amato professore dell’Itis Fermi, nonché fondatore del Rugby Lucca. Il riconoscimento va a quel giocatore che si distinguerà per il rispetto e il fair play, principi fondamentali del rugby e che da sempre caratterizzano il Rugby Lucca e tutti i suoi sostenitori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.