Gori e Lanfri protagonisti della giornata paralimpica a Sesto Fiorentino

Torna anche quest’anno la Giornata paralimpica poscana, l’evento promozionale volto a far conoscere l’attività sportiva dedicata alle persone con disabilità. A organizzarlo è il Comitato Paralimpico Toscana che dà appuntamento a domani (13 settembre) dalle 17.30 alle 24, a Sesto Fiorentino, tra piazza IV Novembre e piazza Vittorio Veneto, nel contesto della Notte bianca dello sport della locale amministrazione.

Sulla scia del successo ottenuto l’anno scorso a Montevarchi, anche quest’anno è confermata la formula che vede le esibizioni delle discipline sportive paralimpiche contestualmente alle omologhe olimpiche in un’ottica inclusiva, di incontro e sensibilizzazione. Numerose saranno le postazioni dove poter provare gli sport paralimpici tra cui atletica, calcio, danza sportiva, judo, scherma, showdown, sitting volley, tennis in carrozzina, tennistavolo, tiro a segno, tiro con l’arco, wheelchair basket. Tennis e tennis in carrozzina, pallavolo e sitting volley eccetera, saranno assieme regalando una straordinaria opportunità di conoscenza dell’importanza dello sport per l’inclusione, il divertimento, il benessere, la salute e la socialità.
Saranno presenti tecnici e atleti paralimpici delle varie Federazioni sportive, rappresentanti delle diverse tipologie di disabilità: fisica, sensoriale, intellettiva e relazionale. Tra gli atleti che porteranno la loro testimonianza e saranno in piazza a far provare le rispettive discipline ci saranno Andrea Lanfri, sprinter biamputato agli arti inferiori, recordman italiano, vicecampione europeo e mondiale, Stefano Gori, non vedenti vincitore di oltre 150 titoli italiani in carriera nelle varie discipline dell’atletica, Daniele Cassiani, arciere in carrozzina, campione italiano, bronzo europeo e mondiale, Giuseppe Mariano e Alessio Benvenuti, judoki non vedenti campioni italiani nella rispettive categorie.
Il presidente di Cop Toscana Massimo Porciani introduce così l’evento: “Da una decina d’anni proponiamo la giornata paralimpica, un’iniziativa itinerante che mira a far conoscere e toccare con mano il mondo paralimpico in tutte le sue sfaccettature. I numeri dell’attività paralimpica in Toscana sono in crescita, ma non ci accontentiamo. Lo sport fa bene, quello paralimpico ancora di più, il nostro obiettivo è migliorare la qualità della vita delle persone disabili attraverso la pratica, ancor di più adesso che il Comitato Paralimpico è diventato un ente pubblico. Ringrazio l’amministrazione di Sesto Fiorentino, che ha compreso la nostra mission e ci mette a disposizione il suo vivace centro storico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.