Gesam Gas, niente da fare con la capolista

Gesam Gas e Luce – Umana Reyer Venezia 54-74 (12-21, 28-37, 37-54)
GESAM GAS E LUCE LUCCA: Vaughn 12, Graves 14, Ravelli 3, Treffers 19, Gatti 2, Orazzo 4, Pisani ne, Reggiani, Ngo Ndjock, Carrara ne, Cibeca ne, Salvestrini ne. All.: Serventi
UMANA REYER VENEZIA: Anderson 5, De Pretto 11, Steinberga 14, Gulich 17, Carangelo 9, Bestagno 9, Gorini 3, Kacerik 3, Crudo ne, Madera 3. All.: Liberalotto.

Gesam Gas, ancora una sconfitta. Ma stavolta l’avversaria era di quelle da missioni impossible, ovvero la capolista Umana Reyer Venezia. Gli ospiti sono sempre stati avanti nel punteggio, accumulando un vantaggio che è arrivato anche vicino ai 30 punti. Il finale è in recupero per le biancorosse, che comunque chiudono a -20.
La cronaca. Partita subito intensa con Lucca che prova a metterci il fisico in difesa e la velocità in attacco e Venezia che sfrutta la maggiore fisicità di Gulich e Steimberga sotto canestro. Ne esce un primo quarto piacevole che le biancorosse affrontano alla pari fino al 10-9 per Gatti e compagne.
L’Umana è però squadra di rango e trova l’abbrivio migliore a 2 dal termine grazie a Gorini (fallo e canestro), De Pretto e Gulich. Il primo parziale si chiude sul 12-21 ospite.
Il secondo quarto parte con una magia di Anderson che dà il 12-23 alle venete ma Lucca e viva e apre un parziale di 8-0 (20-23 a 5.50 dall’intervallo).
Venezia allunga la difesa a tutto campo e mangia secondi all’attacco lucchese, l’intensità è alta e l’attacco lucchese fatica a costruire gioco, il massimo vantaggio veneto sale a 13 (22-35) ma le biancorosse lottano colpo su colpo e si riportano sul -7 a 32 secondi dal termine. A fissare il punteggio di metà partita è Bestagno 28-37 il parziale.
Anche dopo l’intervallo il canovaccio non cambia con Lucca che prova a restare a contatto e Venezia che fa la voce grossa con Steinberga e Bestagno.
Le biancorosse pagano le troppe palle perse e Serventi è costretto al time-out dopo la seconda persa consecutiva sul punteggio di 33-47.
Il black-out offensivo di Lucca è frutto anche della difesa veneziana ma quando le lucchesi sembrano ritrovare ritmo arriva l’allungo decisivo a fine terzo quarto con la tripla di Madera e i liberi di Gorini. Si va agli ultimi 10 minuti con la capolista in controllo 37-54.
Venezia tocca il +19 (40-56) a inizio quarto quarto, Lucca prova a resistere e si riporta al -13, ma l’Umana è solida e con De Pretto e Gulich riallunga fino al 54-74 finale che fotografa in parte il divario visto sul parquet del PalaTagliate.
Il commento. A fine gara è lucido il commento di coach Serventi: “Credo – ha affermato – che nei primi due quarti siamo stati bene in partita mostrando anche una buona pallacanestro. Secondo me non si è vista una brutta partita ma contro squadre molto fisiche come Venezia non si può giocare in modo spreciso, come a tratti abbiamo fatto, perché loro poi ti puniscono, anche se il divario di 20 punti ci punisce eccessivamente. Le ragazze hanno lottato per 40 minuti e secondo me hanno fatto meglio rispetto a Schio, faccio loro i miei complimenti. Non dobbiamo fare catastrofismi, Venezia è prima con merito, non dobbiamo migliorare e lavoreremo per farlo, ma stasera ho visto una squadra con tanta voglia e migliore rispetto ad una settimana fa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.