Mm Motorsport ok al Monza rally show

Più informazioni su

Quando la bandiera a scacchi scende sull’edizione 2018 del Monza Rally Show, in casa Mm Motorsport il pollice sale deciso verso l’alto. Il team di Porcari, infatti, arriva ai titoli di coda della sempre spettacolare gara-evento organizzata all’interno del circuito brianzolo con la consapevolezza di aver vissuto un fine settimana positivo a trecentosessanta gradi. Soddisfazione senza riserve per le prestazioni e l’affidabilità della due Peugeot 208 portate in gara, confermatesi sugli abituali – ed elevati – standard qualitativi garantiti dai componenti della compagine toscana; ottimo, in particolare, l’approccio tecnico e tattico impostato da MM Motorsport, grazie al quale i due equipaggi – entrambi all’esordio in una gara decisamente sui generis rispetto ai rally tradizionali – riescono ad esprimersi al meglio, abbinando al divertimento anche l’appagamento per i buoni riscontri cronometrici staccati.

Decisamente incisiva la tre giorni monzese di Claudio Arzà e Massimo Moriconi. Favorito anche dalla gara-test svolta sempre sul tracciato lombardo a metà novembre, lo spezzino viaggia regolarmente nelle posizioni centrali di una classe R5 più che mai popolosa e ricca di piloti di alto livello (tra i quali diversi professionisti). Il 22esimo posto di classe del gentleman driver ligure e del suo navigatore di Camaiore, dunque, è di quelli dei quali andare fieri: “Quella del Monza Rally Show è stata un’esperienza tanto emozionante – contesto davvero unico, con un pubblico incredibile e tanti campioni e personaggi a correre insieme a noi – quanto complessa a livello sportivo; le prove corte non erano facili da memorizzare, mentre quella lunga, da 44 chilometri, con tante vetture in pista in contemporanea, ci ha messi di fronte a sorpassi come se fossimo in una normale gara in pista, scenario a noi inedito. In generale, direi che, sul piano agonistico, abbiamo pienamente centrato l’obiettivo di esprimerci al meglio in questa nostra prima apparizione al Rally Show. Inoltre, ci tenevo ad offrire ai miei sponsor ed amici un fine settimana diverso, divertente e che offrisse loro buona visibilità: meglio non avrebbe potuto andare. MM Motorsport ci ha permesso di vivere giorni splendidi e, in generale, una stagione che avevamo incentrato proprio su questo appuntamento: abbiamo lavorato partendo da lontano, dal Val Merula di febbraio, per proseguire con lo Special Rally Circuit di novembre; due gare di preparazione, disputate con la mia compagna, molto utili e positive pure sul piano sportivo. Il clou l’abbiamo raggiunto in questi giorni, grazie alla perfetta pianificazione del team”. Chiude più indietro, ma comunque con il sorriso sulle labbra, il sassolese Manuel Milioli. La prima apparizione dell’esperto emiliano – al solito assecondato dalla brava scandianese Silvia Maletti – ha preso forma in extremis, costringendo il pilota a presentarsi al via dell’evento senza riferimenti; l’ottima preparazione di MM Motorsport, tuttavia, consente a Milioli e Maletti di usufruire di una vettura già perfettamente configurata per affrontare le caratteristiche della gara e così all’equipaggio non resta che concentrarsi sulla guida.

Dopo un inizio comprensibilmente titubante, gli emiliani aumentano il passo, arrivando a segnare tempi più che incoraggianti. “Siamo partiti con l’intento di divertirci e così è stato, per tutto il fine settimana. Ma abbiamo anche maturato un’esperienza molto utile, che ci ha permesso di migliorare il feeling con la Peugeot 208 già guidata più volte in questi ultimi due anni; dai rally alla pista lo scenario è davvero diverso e questi giorni monzesi hanno rappresentato un’utilissima ‘scuola’; MM Motorsport ci ha messo a disposizione una vettura super, come sempre, e ci ha condotti per mano sul piano tecnico e tattico in questo fine settimana, permettendoci di fare un passo in avanti significativo che ci tornerà utile l’anno prossimo. Chiudiamo un 2018 nel quale abbiamo corso in poche occasioni, ma togliendoci comunque soddisfazioni in tutte le gare disputate. Vorrei quindi ringraziare MM Motorsport, team composto da persone speciali sia professionalmente, sia umanamente. Un pensiero particolarmente sentito per l’amico Roberto Vellani, che avrebbe dovuto correre a Monza e che speriamo di aver sostituito degnamente e, non ultima, alla scuderia Maranello Corse, grazie alla quale è stato possibile concretizzare questa partecipazione all’evento lombardo in così poco tempo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.