Chiocchetti strizza l’occhio al nuovo dg della Lucchese: “Libertas femminile, ora si volti pagina”

Un benvenuto a Enrico Tommasi, ma anche una mano tesa alla Lucchese perché il valore del calcio femminile non vada definitivamente disperso a Lucca. Marco Chiocchetti, per 25 anni al timone dell’Acf Lucchese, commenta la nomina del direttore generale e offre la sua disponibilità a voltare pagina per permettere a Lucca di recuperare il “terreno perduto con la attuale gestione del calcio femminile della Lucchese Libertas”.

“Tutti hanno potuto capire – sostiene Chiocchetti – che le nostre perplessità sulla gestione della Lucchese Libertas femminile erano purtroppo fondate e non certo figlie  di rancori personali, come si vorrebbe fare credere. Il nostro è sempre stato il grande dispiacere di vedere per una smodata ambizione personale di una persona che a poco a poco ha fatto terra bruciata intorno a se, tanto da rivestire tutte le cariche possibili, si sia persa una credibilità e un patrimonio di conoscenze e di prestigio costruito in 25 anni di lavoro e sacrifici. La figuretta fatta domenica, dove si sono nascosti tre dei dodici gol subiti e non si è fatto cenno alla espulsione della stessa Elena Bruno, con tanto di interruzione per 20 minuti perché non voleva abbandonare il campo, sono elementi che parlano da soli e non sono certo degni di una società gloriosa come la Lucchese Libertas che rappresenta Lucca da 110 anni. Crediamo che, per il bene del calcio femminile a Lucca, in un momento in cui questa disciplina rosa sta esplodendo per interesse e ascolti a livello nazionale , Lucca debba voltare pagina. E’ per questi motivi che auguriamo il benvenuto a Enrico Tommasi- conclude l’ex presidente dell’Acf Lucchese Marco Chiocchetti – e lo invitiamo a mettere mano a un settore importante come quello femminile. In queste settimane sono accadute situazioni paradossali, come giocatrici sottoposte a due trasferte consecutive il sabato e la domenica, con evidenti disastri sportivi. Se lo vorrà, noi siamo a disposizione sua e di Arnaldo Moriconi per porre le basi di una rinascita del calcio femminile a Lucca nel migliore dei modi, con la giusta umiltà e competenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.