Virtus Lucca a Firenze fa incetta di medaglie

Un anno iniziato con un pieno di medaglie quello dell’Atletica Virtus che, di ritorno dalle pause natalize, è tornata a vincere sulle piste dell’Asics Afm stadium di Firenze. Idea Pieroni ed Elisa Naldi nei salti si confermano il perno della squadra femminile biancoceleste, trionfando nelle rispettive discipline.

Pieroni supera senza difficoltà l’asta posta a 1,70 metri da terra nel salto in alto mentre Naldi nel salto in lungo raggiunge all’ultimo tentativo il risultato tecnico di 5,84 metri superando di una spanna tutte le altre concorrenti e guadagnandosi la posizione più alta sul podio al suo debutto stagionale indoor. Viola Pieroni torna a casa con una medaglia di bronzo nel lancio del peso col risultato tecnico di 9,53 metri, mentre nel settore maschile Leonardo Rena Benedetti segna un nuovo record personale nel salto triplo, che fin dal primo tentativo raggiunge 11,70 metri, ottenendo l’ottava postazione nella classifica finale. Ottima conferma per Mattia Paterni nel pentathlon. Il multiplista biancoceleste seguito dalla preparatrice tecnica Cristiana Lucchesi brilla nei 60 metri a ostacoli, superando tutti i concorrenti e nei 1000 metri, terminati in terza posizione. Sono punti preziosi che lo portano in quinta posizione nella classifica complessiva e a superare il minimo necessario per l’accesso ai campionati italiani indoor. Paterni conquista la medaglia di bronzo nella gara allievi dei 50 metri a ostacoli dove superata la batteria e riesce a terminare la finale con un tempo al traguardo di 7’50 secondi. Ottimo il bilancio anche delle gare fuori dalla Toscana. Nessuna medaglia ma gare importanti al Palaindoor di Padova dove Giulia Sabo’, seguita dal tecnico Francesco Miccoli, riesce a fare una buona gara sui 200 metri sbloccando dei risultati che negli ultimi mesi avevano mostrato una piccola flessione. Nella stessa disciplina registra un ottimo debutto Francesco Cordoni, giovanissimo talento proveniente dal mondo del calcio che porta a termine il tracciato in 23’17 secondi, ottenendo un 17esimo posto su oltre 150 concorrenti. Manca invece il minimo per l’accesso ai campionati italiani assoluti indoor Antony Possidente, che a Bari si conferma comunque un martellista d’eccezione. 14,86 metri è la distanza finale raggiunta dal martello al campionato invernale di lanci, un risultato che vale per la medaglia d’oro e tanto più notevole se considerate le difficoltà logistiche e gli impegni del lanciatore dell’Atletica Virtus che rimane uno dei perni della squadra maschile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.