Quantcast

Langella: “Con la Juve U23 dobbiamo essere più cattivi”

Alla vigilia della sfida esterna alla Juve Under 23 mister Langella tratteggia il momento vissuto dai rossoneri. “Stiamo giocando tante partite ravvicinate e questo ci impone dei cambi. La cosa positiva è che chi aveva giocato meno ha risposto bene e sarà un’arma in più. La vittoria a Cuneo? Ci dice che la squadra è viva, l’entusiasmo ed il lavoro quotidiano non mancheranno mai. Se le difficoltà aumenteranno certamente non sarà facile per l’ambiente”.

Quindi, sulla gara di domani: “Dobbiamo cercare di vincere, senza fare altri calcoli. Non voglio guardare la classifica perché mi deprime, non la meritiamo. La Juve B è una squadra che concede, ha perso già 14 partite, i numeri non mentono. Hanno qualità, attaccano con tanti uomini, ma questo li porta a rischiare”.
Sull’atteggiamento che servirà domani: “L’ideale sarebbe andare ad aggredirli subito, ma dobbiamo anche preservare alcuni giocatori. Credo che faremo una partenza attendista per capirli, anche perché loro sono giovani e solitamente partono forte. Siamo un po’ stanchi e cambiando sempre i giocatori i meccanismi non sono molto oliati. L’atteggiamento però deve essere cattivo”.
Capitolo De Feo, escluso dalle ultime gare: “Ha dei problemi personali che stiamo cercando di risolvere, perché è importante per noi”. Poi sugli altri singoli: “De Vito non riusciamo a recuperarlo. Gabbia? Sta giocando tantissimo, lui come Lombardo: è inevitabile che qualcosa lascino”. Sul centrocampo, invece: “Greselin ha risposto bene ultimamente. Strechie? Abbiamo un po’ di timore sulla tenuta fisica, perché sarebbe la terza gara di fila dal primo minuto”.
La Lucchese deve continuare a viaggiare compatta per gettare il cuore oltre l’ostacolo: “Non possiamo permetterci più approcci sbagliati come quello con l’Arzachena. Il riposo dopo la Juve? Servirà molto, dopo due settimane così intense. Ci aiuterà a preparare il derby con il Pisa”.

 

Paolo Lazzari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.