Quantcast

Porcari nuova tappa del rally di Lucca, via iscrizioni

Il rally arriva anche a Porcari. Presentata infatti stamani (27 giugno) in Comune la 54esima Coppa Città di Lucca, in programma per il 26 e 27 luglio che quest’anno conoscerà alcune importanti variazioni sulla logistica, tra cui appunto proprio Porcari, importante polo industriale a livello mondiale nel settore cartario, che diverrà centro nevralgico dell’evento.

Al palazzo comunale (sede della direzione gara, segreteria e sala stampa) e nell’area intorno ad esso (Piazza Orsi), saranno organizzate le verifiche sportive e tecniche e non lontano, vi sarà ubicato anche il parco assistenza, previsto nei piazzali della Scania Italcar, in via Giacomo Puccini, la direttrice che da Altopascio porta a Capannori. La presentazione di stamani coincide con l’avvio delle iscrizioni alla gara, che si allungherà fino al 19 luglio. Anche quest’anno valido per la Coppa Rally di sesta zona, oltre che per il trofeo Rally Toscano, per il premio Rally Aci Lucca e per i trofei Renault, il rally si presenta dunque con nuovi stimoli e viene letto come una importante opportunità per il territorio porcarese e non solo. Occasioni di presentare i luoghi che attraversa e di dare un forte contributo all’incoming con il ‘turismo emozionale’, quello cioè generato dall’evento stesso, con i concorrenti, gli addetti ai lavori e con gli appassionati che si riverseranno sul territorio. Ha aperto la presentazione il sindaco di Porcari, Leonardo Fornaciari: “Porcari, è parte attiva, quest’anno di questo evento che negli anni i lucchesi, e non solo loro, hanno sempre vissuto con grande passione. Questa edizione del 2019 è un’occasione in più per il nostro territorio e dei tanti appassionati di motorsport che ha. Il lavoro preparatorio di questi mesi non è stato facile, ma è stato portato avanti con passione e competenza con al fianco gli organizzatori grazie anche al notevole impegno del consigliere incaricato allo sport David Del Prete, che ringrazio, perché ha lavorato sodo affinché questa idea si concretizzasse sul territorio di Porcari. Sono certo che sarà una bella festa, Porcari, motore economico ed industriale della provincia di Lucca, sposa i motori da corsa, sarà una ‘prima’ importante che speriamo possa essere lo stimolo per gli anni a venire. L’organizzazione è solida e molto professionale, si auspica davvero di vedere il successo dell’evento”. La gara è stata presentata poi nei dettagli tecnici e sportivi da Paolo Santini, in rappresentanza della Maremma Corse 2.0. Anche lui si è espresso con toni entusiastici per il lavoro sinora svolto: “Siamo felici di questa novità che abbiamo trovato a Porcari, un territorio ed un’amministrazione che hanno recepito in pieno il messaggio che vogliamo dare con il motorsport. L’anno scorso abbiamo preso in mano l’organizzazione di questa gara storica non solo per la Toscana, ma per l’Italia, ci siamo presentati in punta di piedi in un territorio, quello lucchese, che è praticamente il traino delle corse su strada in Italia ed abbiamo trovato ampia disponibilità da parte di tutte le altre amministrazioni comunali attraversate dalla gara, oltre che dalla Provincia di Lucca ed un grande sostegno da parte dell’Automobile Club Lucca. Dico che ci sono le basi per riportare davvero in alto l’evento, che rimane proprio del territorio lucchese tutto, noi abbiamo solo che contribuito a non farlo perdere ed adesso tutti insieme dobbiamo guardare avanti”.
“La Coppa Città di Lucca – ha dichiarato Mauro Lenci, già vincitore della gara per tre volte, oggi in veste di rappresentanza dell’AciLucca – è affidata in buone mani. Da pilota conosco le capacità degli organizzatori maremmani, dico che la tradizione può proseguire. Si dovrà lavorare per il futuro, già questo stimolo di essere arrivati a Porcari è interessante, ma da quel che ho sentito, tutto il territorio lucchese è pronto a dare sostegno all’evento. Un evento che è storia del territorio stesso”. Quadro bello chiaro, dunque, con l’apertura importante da parte del territorio e le sue istituzioni, con forte collaborazione anche da parte di persone appassionate, come lo sono stati in questi mesi il geometra Mario Lazzareschi, anche lui pilota di rally e Claudio Riccardi, ex pilota lucchese ed ora presidente della Clas (Compagnia Lucchese auto storiche).
Il programma. Il programma prevede le verifiche amministrative e tecniche già dalla sera di venerdì 26 luglio (dalle 17,45 alle 21,30), per proseguire l’indomani, sabato 27 (dalle 8 alle 9,30), giorno della disputa con sette prove speciali in totale. La partenza della gara sarà alle 12 e qui si torna alla tradizione, riproponendo lo scenario dell’Antico Caffè delle Mura, dove i concorrenti faranno ritorno dalle 23,20. Nuovo anche il luogo dello “shakedown”, il test con le vetture da gara: è stato previsto a Montecarlo, in via Poggio Baldino II, venerdì 26 luglio, dalle 19 alle 23. Un riordino sarà al Bar Aquilone sulla via Ludovica dopo le prime due prove speciali ed il secondo, dopo altre due è previsto in centro a Bagni di Lucca ed un controllo a timbro sarà a Porcari. Per quanto riguarda il percorso, non mancherà di certo di soddisfare i palati “più fini” sia tra gli equipaggi che tra gli addetti ai lavori, che pure tra gli appassionati. Una prova speciale sarà da ripetere tre volte ed altre due per due occasioni, per un totale di distanza cronometrata di 82,400 chilometri, sui 363 dell’intero percorso. Oltre all’intensa collaborazione avuta dal Comune di Porcari vi è anche quella dei Comuni di Bagni di Lucca, Capannori, Fabbriche di Vallico, Fabbriche di Vergemoli, Lucca, Montecarlo, Pescaglia e Villa Basilica. La gara ha significativi sostegni anche da importanti partner: AutoP, Bardahl Italia, Eurocolor, Gesam, Gruppo Titano, Italcar Scania, Grafiche Ottoquadro, Pasticceria Regina. La scorsa edizione della gara conobbe l’ottava vittoria del locale Rudy Michelini, in coppia con Michele Perna, su una Skoda Fabia R5.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.