È ufficiale: il Cmb Lucca giocherà in serie B foto

Più informazioni su

Il Cmb Lucca giocherà in serie B. Dopo le voci che si sono rincorse nei giorni scorsi, arriva finalmente anche la conferma ufficiale. La società del presidente Luisa Colombini Gnutti ha rilevato il titolo sportivo della Tiber Roma e adesso attende il consiglio federale del prossimo 16 luglio per sapere in quale girone verrà inserita. Intanto la società è già al lavoro per allestire un roster competitivo che sarà composto da una gruppo di giovani promettenti a cui saranno affiancati 3/4 giocatori di esperienza. A breve sono attesi i primi colpi di mercato e novità potrebbero esserci anche per quanto riguarda la denominazione sociale del club.

Dopo il sogno della promozione sul campo sfumato in semifinale play off contro i Pino Dragons, squadra che poi ha ottenuto la promozione, la società biancorossa non si è arresa ed ha proseguito il proprio progetto improntato sul riportare a Lucca la pallacanestro di alto livello. Da parte della dirigenza silenzio totale sulle cifre dell’operazione ma, nelle parole dell’avvocato Florenzo Storelli, membro del consiglio direttivo della società, si intuisce che l’investimento è stato significativo: “Dobbiamo ringraziare il nostro presidente per questo ulteriore sforzo fatto che la dice tutta sulle ambizioni della società. Quando una società acquisisce un titolo è perché pensa di poter far bene, altrimenti non farebbe questo investimento”.
Per quanto riguarda la formazione, le idee sono chiare da tempo. Sistemato il tassello dell’allenatore con l’ingaggio di Michele Catalani (tecnico che ha vinto tantissimo a livello giovanile) come nuovo Head Coach, adesso l’attenzione si sposta sul parco giocatori. Anche qui le idee sono delineate: sarà allestito un roster composto da giovani con 3 o 4 innesti di esperienza. Punti fermi della squadra saranno Drocker e Del Debbio che tornano a Lucca dopo le esperienze rispettivamente con Firenze e Siena. L’obiettivo è quello di essere competitivi fin da subito ma senza l’assillo della promozione a tutti i costi: “Allestiremo una squadra competitiva – aggiunge Storelli – composta da giovani di grande talento e 3 o 4 giocatori senior molto importanti. Coach e il nostro Ds Umberto Vangelisti sono a lavoro proprio in questo momento. Non abbiamo un obiettivo immediato di promozione ma vogliamo fare bene, anche valorizzando i nostri giovani”.
Novità sono attese anche per quanto riguarda la denominazione della società con Geonova, main sponsor della scorsa stagione, che ha manifestato l’interesse a proseguire il rapporto: “Geonova ha espresso la volontà di proseguire come primo sponsor – spiega il legale – ma dobbiamo definire ancora i dettagli e adeguarli al nuovo palco scenico nazionale. Saremmo molto felici di proseguire insieme”.
In conclusione, a chi chiede della possibilità di recuperare il nome e il marchio della Pallacanestro Lucca, Storelli risponde che “potrebbero esserci novità nelle prossime settimane”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.