Quantcast

Settembre Lucchese juniores, la finale è Ghiviborgo-Camaiore

Una finale inedita per l’edizione 2019 del Settembre Lucchese riservato alla categoria juniores. A Marlia lunedì prossimo infatti si affronteranno il Ghiviborgo, società che negli ultimi anni ha un po’ scritto la storia nel torneo (ha vinto le edizioni 2014 e 2017, è stato finalista nel 2013, 2015 e 2016), e il Camaiore che invece è alla sua prima volta.
Molto interessante e combattute le due semifinali disputate sul campo di San Macario e onore delle armi per chi è uscito sconfitto, la Bellaria Cappuccini altra grande sorpresa di questa edizione e il Lammari, campione in carica, che stavolta deve fermarsi qua.


I tabellini delle gare

Ghivizzano Borgoamozzano – Bellaria Cappuccini 6-4 dcr (2-2)
GHIVIZZANO BORGOAMOZZANO: Lupi, Bini (Ghiloni), Cavani, Woollard, Simoni, Pazzaglia (Del Re), Rocchiccioli (Pellegrini), Giovannetti, Zadrima, Viti, Canessa (Disperati). A disp. Scatena, Secchi, Donati, Lo Russo, Tulipano. All. Giraldi.
BELLARIA CAPPUCCINI: Sergianni (Masha), Fiorentini (Bernacchi), Bullari, Scirocco, Sormani, Rebechini, Marinnini (Cibeca), Maccanti, Tirino, Barani, Bertini. All. Patrone.
ARBITRO: Carrara di Lucca.
RETI: 23’ pt Simoni, 36’ pt Viti, 17’st Cibeca, 26’st Barani
Pazzo GhiviBorgo. In vantaggio di due reti, si fa rimontare e acquisisce il diritto di arrivare in finale soltanto ai calci di rigore, grazie al proprio portiere che neutralizza due calci di rigore rimediando ad una ingenuità in uscita che gli era costato nella ripresa un cartellino giallo. In questo pareggio c’è anche il merito del Bellaria Cappuccini, capace di reagire al doppio svantaggio e nascondendo il fatto di essere una squadra provinciale che sfida una formazione militante nel campionato nazionale di categoria.
Il GhiviBorgo passa in vantaggio al 23’ con Simoni, rapace in angolo ad avventarsi su un pallone vagante ed infilare il portiere avversario con piatto destro al volo. Il Bellaria Cappuccini si tiene in piedi grazie al portiere Sergianni, bravissimo a deviare in corner un tiro al volo di Viti: è l’azione tecnicamente più bella del match. Al 36’ il raddoppio: segna Viti, bravo a far cadere un pallone a campanile e a rasentare il palo più lontano con un destro al volo. Applausi del pubblico. Nella ripresa ancora in evidenza Sergianni, stavolta sul missile di Del Re. Cibeca, appena entrato, al 17’ accorcia le distanze di testa su angolo di Barani: gara riaperta. Al 22’ il pareggio: realizza Barani in mischia, lesto ad infilarsi e trovare il varco giusto sul primo palo. Il sipario sui tempi regolamentari si chiude con super Sergianni perfetto nella respinta su Canessa. Si va ai rigori. Per il GhiviBorgo trasformano Viti, Simoni, Ghiloni e Del Re, per il Bellaria ci sono soltanto i gol di Rebechini e Cibeca, mentre falliscono Masha e Maccanti.

Camaiore – Lammari 1-0
CAMAIORE: Mariani, Faina, Iacomini, Papi, Giannini, Bresciani, Peralta, Pacini, Dal Lago, Dati, Luisotti. A disp.: Pardini, Marianelli, Gallico, Giacone, Puccinelli, Vizzoni, Bertilotti. All.: Walter Milani
LAMMARI: Giovannetti, Bonini, Dianda, Risolo, Battistoni, Petretti Nerici, Barsanti, Tocchini Lorenzo, Pavan, Benedetti, Bacci. A disp.: Antonelli, Baroni, Berruti, Casini, Dumani, Petrilli, Puviani, Ramku. All.: Stefano Dianda
ARBITRO: Guidotti di Lucca
RETI: 37′ pt Dati
Dopo aver eliminato il Real Forte Querceta nei quarti di finale, il Camaiore batteanche il Lammari e vola così in finale nel “Paolo Galli” che si disputerà lunedi prossimo 30 settembre. Buon primo tempo dei ragazzi di Milani che si rendono pericolosi al 20′ su una punizione dalla sinistra, Dati colpisce di testa, ma scheggia il palo alla sinistra del portiere. Al 35′ ottima palla filtrante di Luisotti per Dati che si presenta tutto solo davanti al portiere, ma Giovannetti si oppone alla grande. Al 37′ arriva il gol del vantaggio per il Camaiore: ancora Dati si presenta a tu per tu con il portiere del Lammari e questa volta lo supera di precisione. Il secondo tempo vede il Lammari alla ricerca del pareggio che alla fine avrebbe anche meritato. Diverse sono le occasioni per i ragazzi di Dianda e il Camaiore deve ringraziare il proprio portiere Mariani per alcune spettacolari parate che ne hanno evitato la capitolazione. Al 4′ è Dianda ad avere una buona opportunità, ma Mariani devia in corner, al 6′ risponde il Camaiore con Luisotti, para a terra il portiere Giovannetti. Al 12′ bella conclusione di Bacci, ma la palla termina a fil di palo e al 14′ retropassaggio errato di un difensore del Camaiore al proprio portiere: intuisce tutto Bacci che si inserisce tra i due, ruba palla, salta il portiere e poi conclude a rete da posizione defilata, Papi in scivolata però evita la rete salvando sulla linea di porta. Al 25′ occasione per il Camaiore con Papi che calcia di poco alto sopra la traversa, poi (26′) Benedetti vince un contrasto entra in area e da posizione centrale conclude a fil di palo alla sinistra del portiere Mariani. Al 30′ “sventola” di Bacci dal limite dell’area, il portiere con un balzo para in due tempi anticipando l’arrivo di Benedetti. Al 40′ intervento in tuffo del portiere Mariani su Bacci, infine nei cinque minuti di recupero Mariani è impegnato ancora da Bacci e proprio allo scadere è Dianda a concludere a lato l’ultimo assalto del Lammari verso la porta versiliese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.