Due bronzi per la Pugilistica Lucchese ai campionati italiani Schoolboy

La Pugilistica Lucchese torna con due medaglie di bronzo dai Campionati italiani schoolboy edizione 2019. A salire sul terzo gradino del podio sono Matteo Mencaroni e Riccardo Matteucci al termine degli incontri che si sono tenuti all’Hotel Mediterraneo di Montesilvano (Pescara) e dove erano presenti ben 127 giovanissimi pugili da tutta Italia della classe 2005 e 2006.

La Pugilistica Lucchese ha partecipato con Mencaroni nei 40 chilogrammi e con l’esordiente Matteucci nei 43 chili accompagnati dal maestro Giulio Monselesan. I due pugili lucchesi nei quarti di finale hanno disputato due ottimi match: Mencaroni ha aperto addirittura il campionato disputando il primo incontro in programma contro Marco Micera (Piemonte) vincendolo per sospensione cautelare alla seconda ripresa. In pratica match tutto dalla parte del lucchese che non ha dato tregua al suo rivale dominando la prima ripresa, nella seconda è tornato di nuovo all’attacco e Micera è stato contato in piedi e successivamente il suo angolo giustamente lo ha fermato chiedendo la sospensione del match. Anche Matteucci ha vinto battendo Antonio Eretta (Sardegna) disputando un buon incontro e quindi esordio positivo per lui, di fronte un avversario duro e coriaceo superato grazie ai diretti sia in jab che col destro. Monselesan è rimasto molto soddisfatto della prestazione al di là del verdetto.
In semifinale Mencaroni ha incrociato i guanti con Tristan Vivian (Veneto) ed al termine delle riprese molto equilibrate i cinque giudici hanno votato 3 a 2 per Vivian che accedeva così alla finale, mentre Mencaroni si è fermato alla medaglia di Bronzo. Indubbiamente dal pugile lucchese ci si aspettava un qualcosa di più avendo già incontrato Tristan in estate sul ring di casa battendolo, in questa gara il veneto si è difeso lasciando iniziativa al lucchese che però non è riuscito a concretizzare il dominio tecnico e tattico soprattutto nella terza ripresa apparsa decisiva anche se il verdetto è stato molto risicato e poteva essere il contrario a favore del team lucchese.
Nell’altra semifinale Matteucci ha affrontato il più esperto e più grande (del 2005 il siciliano e 2006 il lucchese) Niccolò Dell’Aquila, ma non si è risparmiato dando tutto senza timori reverenziali tanto che nella terza ripresa per poco non riusciva a portare il verdetto dalla sua parte. Un “bronzo“ pesante quello di Matteucci perché a luglio era ancora “allievo” anche se Campione d’Italia 2019 in coppia con Sasha Mencaroni.
Riccardo Matteucci sarà comunque schoolboy anche nel 2020, mentre Matteo Mencaroni passerà nella categoria junior. Per la Pugilistica Luchese ecco i prossimi appuntamenti: venerdi 1 novembre a Marina di Carrara con il debutto tra gli elite 2 di Matteo Di Santoro (69 chilogrammi); la prossima settimana ai Campionati italiani junior 2019 a Roma i campioni toscani Lorenzo Frugoli (70 chili) e Samuele Giuliano (80 chili) e qui si punta al titolo visto lo score e l’esperienza dei due pugili (classe 2003) che si stanno preparando duramente per sparare l’ultima cartuccia da junior perché dal prossimo anno saranno: youth, ma soprattutto per rientrare nel giro che conta, quello della maglia azzurra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.