Tau sulle tracce del fenomeno del beach soccer Gori

È ufficialmente partita la caccia al fenomeno del beach soccer Gabriele Gori. L’ex attaccante del Castelnuovo, a causa degli impegni con la nazionale, riprenderà a calcare il campo da calcio soltanto nel 2020. Molte squadre sono già a lavoro per assicurarsi il bomber a partire da gennaio: tra queste ci sarebbe anche il Tau Calcio, che con il marziano della spiaggia andrebbe a formare un reparto d’attacco da urlo. Ma su di lui non c’è solo il Tau: oltre a soceità militanti in Promozione, anche la Massese e il Castelnuovo sono sulle tracce di Tin Tin, con i gialloblu – in difficoltà in classifica – che faranno di tutto per riabbracciare il numero 10. Prima però Gori ha davanti a sé due appuntamenti importantissimi della stagione: il mondiale in Paraguay e la consegna del pallone d’oro del beach soccer fissata per il 9 novembre. Gori, infatti, è stato inserito nella top 3 dei giocatori più forti del pianeta.

I numeri strepitosi della stagione di Gori. Non ci sono più parole per commentare le prestazioni di Gori, per lui parlano i numeri: 154 gol nel solo 2019 (per ora), superando la spaventosa cifra di 700 reti all-time. Il marziano con la maglia numero 10 ha iniziato la stagione da fuoriclasse assoluto, un 2019 subito magico a suon di gol e giocate spettacolari. Nel primo impegno ufficiale dell’anno, l’InterCup di San Pietroburgo, tin tin ha confermato di essere uno dei giocatori più forti del mondo proprio con la maglia della nazionale. L’Italbeach ha chiuso il torneo al terzo posto, ma per Gori questo rimarrà un torneo indimenticabile: tin tin, infatti, ha superato ufficialmente le 200 reti con la maglia azzurra. Un traguardo storico, che si unisce ad un altro premio: con la bellezza di 11 reti, Gori ha lasciato la Russia da capocannoniere dell’InterCup. Dopo la Russia, Gori si è preso la Spagna: con un altro terzo posto, ma con la qualificazione ai World Beach Games di Doha in tasca, tin tin ha conquistato il titolo di capocannoniere con 12 reti anche nella spedizione azzurra a Salou. Premi su premi: nell’avventura della Euro Winners Cup (la Champions League del beach soccer) con la maglia degli ucraini dell’Artur Music, Gori ha vinto il titolo di top scorer (la terza volta in quattro anni) segnando la cifra record di 26 gol. Negli sfortunati Giochi Europei di Minsk, bomber Gori ha chiuso da capocannoniere siglando 11 gol con la maglia azzurra. Con la bellezza di 34 reti, tin tin si è laureato capocannoniere della Serie A per la quinta volta (con quel gol in rovesciata al Catania che ha fatto il giro del Mondo). A questi numeri vanno aggiunti i 10 gol segnati in Coppa Italia ad Alghero e i 14 delle qualificazioni ai Mondiali di Mosca (anche qui capocannoniere). Nella tappa a Catania della Euro Beach Soccer League Tin Tin ha messo a segno altre 4 reti e, dopo lo stop per infortunio, Gori si è preso il titolo di capocannoniere con 13 gol nella prima edizione dei World Beach Games a Doha superando anche Rodrigo (campione con il brasile con 11 gol). Ma la stagione non è ancora finita: dopo i 19 gol (vicecapocannoniere) in Turchia nella prima edizione della World Winners Cup con la maglia dei polacchi del Boca Gdansk, Gori è pronto per la Intercontinental Beach Soccer di Dubai con la maglia azzurra. Un antipasto prima del piatto forte: il mondiale in Paraguay. Dalla spiaggia sudamericana al sintetico di Altopascio: è ancora presto per dirlo, ma il Tau proverà a fare il colpaccio.

Foto di beachsoccer.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.