Quantcast

Geonova a caccia della vittoria in terra siciliana

La Geonova si prepara ad affrontare la seconda trasferta siciliana: questa volta si gioca al Pala Torre a Torrenuova, giusto una ventina di chilometri dalla precedente trasferta a Costa D’Orlando in casa della Cestistica Torrenovese, squadra che in classifica si trova dietro i lucchesi a soli due punti di distanza (con una partita in meno, avendo già rispettato il turno di riposo del campionato).

La Levante Torrenuova è come altre di questo campionato una squadra ancora da conoscere e scoprire, ha avuto un inizio balbettante come altre e sta tutt’ora sistemando il suo roster dopo che ha dovuto rinunciare Svoboda. Una rescissione del contratto consensuale, però l’assenza dell’argentino ha messo in difficoltà la squadra, che aveva in lui il punto di riferimento. I siciliani hanno comunque a disposizione altri ottimi atleti come Boffelli che gira con 37 da due e un 61 da tre, D’Andrea con 48 da due, Munastra, Carlo Stella, Murabito, in pratica il quintetto base, mentre a giudicare dai tempi di impiego degli stessi componenti sembra che dalla panchina non ricevano adeguato supporto per i cambi. Resta comunque una partita in cui nulla è scritto e che la Geonova dovrà cercare di fare sua.
Come sempre sarà coach Catalani a dare le direttive e le giuste indicazione ai sui ragazzi per poter tornare a casa con i due punti in palio. “Siamo in casa della Cestistica Torrenovese in questo settimo turno di campionato, è una squadra che a dispetto della classifica presenta in campo un quintetto di alto livello, dall’inizio del campionato hanno cambiato un po’ la conformazione perché uno dei giocatori di riferimento attorno al quale èra stata costruita la squadra è stato ceduto ultimamente. Hanno avuto qualche problema di formazione nelle prime giornate, però è una squadra che nasconde tanto talento nei primi giocatori. Hanno in Boffelli il loro giocatore di riferimento, che sino ad oggi è il top scorer della squadra ma anche un ottimo playmaking in Gullo, un giovane molto molto interessante come Morabito nella posizione di guardia e credo secondo me due buoni giocatori interni che sono D’Andrea e Nwokoye che presentano caratteristiche l’uno tecniche e l’altro fisiche di alto livello per il campionato. Noi dovremmo riuscire a fare una partita costante soprattutto dal punto di vista difensivo – prosegue -, cercando di essere duri e di controllare i rimbalzi, ma cercando dalla difesa di riuscire a prendere il ritmo in attacco. Anche nelle ultime partite nel momento in cui abbiamo stretto le maglie difensive siamo riusciti a tenere botta e anche a recuperare dei piccoli svantaggi, questa volta sicuramente sarà importante l’approccio ma anche la costanza durante i quaranta minuti nel cercare di mettere il massimo della fisicità e dell’attenzione in difesa. In attacco, invece, cercheremo di sfruttare al meglio le nostre potenzialità e quelli che sono i riferimenti che possono darci vantaggi contro la loro difesa. Sicuramente non sarà una partita facile anche perché Torrenuova non è un campo semplice, ma proveremo a fare una partita di alto livello dal primo all’ultimo minuto cercando di mettere fisicità e attenzione per tutti i quaranta minuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.