L’Atletica Virtus conferma Kisorio e ingaggia Clementine Mukandanga

Quest’anno festeggerà l’ottava stagione con la maglia Virtus Lucca, di cui è divenuto un pilastro insostituibile. È reduce dalla freschissima vittoria nella Maratonina d’autunno di Lecco, una di quelle mezze maratone che ama tanto, Hosea Kimeli Kisorio, il ventinovenne keniota che da pochi giorni ha confermato la permanenza nella squadra biancoceleste.
Il successo di Aosta arriva al termine di un 2019 che l’ha visto assoluto protagonista sia in pista, portando punti preziosi alla squadra nei vari impegni dei campionati disocietà, che in strada, dove Hosea è divenuto uno dei più forti specialisti della mezza maratona in Italia. Basta ricordare la recente vittoria a Ferrara, a fine settembre, quella ancora più recente ad Aosta, la scorsa settimana. Senza dimenticare il record (anche personale) detenuto qui a Lucca, nella Half Marathon, conquistato nel 2015 con quell’1h01’59.

“Per me la Virtus Lucca è diventata una vera famiglia – spiega Hosea Kimeli Kisorio, che tra pochi giorni ripartirà per il Kenia per iniziare la preparazione in vista del 2020 -. Sono qui da 8 anni e questi ragazzi e questa città sono diventati per me una seconda casa. Sarò grato per sempre alla Virtus per il sostegno che mi ha dato e mi darà: grazie a questa splendida società posso allenarmi, correre e così aiutare la mia famiglia”.
Un affetto reciproco, perché Hosea è diventato un elemento fondamentale del progetto che vede la Virtus ai vertici dell’atletica nazionale da molti anni. “Abbiamo trovato non solo un atleta, ma anche un ragazzo davvero eccezionale – spiega il direttore tecnico della Virtus Lucca Matteo Martinelli – Hosea ha fatto amicizia con tanti ragazzi e oggi è allenato da Francesco Fauci, tecnido delle Fiamme Gialle e padre di Walter, uno dei nostri mezzofondisti”.
L’ufficialità della permanenza in biancoceleste di Hosea anche per la prossima stagione arriva nei giorni in cui la Virtus ha annunciato un nuovo arrivo, questa volta nella squadra femminile. Si tratta di Clementine Mukandanga, mezzofondista e fondista ruandese di 34 anni che rappresenterà uno degli elementi di punta della squadra che nel 2020 avrà come obiettivo dichiarato la promozione nella serie A Bronzo.
Clementine è reduce dal terzo posto conquistato venerdì a Roma nella Corsa dei Santi e di una stagione ricca di vittorie. Arriva a Lucca con grandi aspettative e con personali che fanno capire il livello di un’atleta forse non più giovanissima all’anagrafe, ma ancora ai vertici della caegoria: 32’44 nei 10 chilometri su pista, 2h30’59 nella maratona, tanto per citarne due, conquistati entrambi nelle ultime due stagioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.