Trofeo delle cinture Wbc, Demollari pronto alla finale

La Pugilistica Lucchese cerca l'accordo per giocare il match in casa

Chiusa la pausa delle feste natalizie, l’Asd pugilistica Lucchese riprende l’attività pensando alla finale del Trofeo delle cinture Wbc pesi leggeri che vedrà lottare per il titolo il pugile di casa Marvin Demollari contro l’avversario delle Marche Charly Metonyekpon.

“C’e una finale da disputare – spiega il team manager della Pugilistica Lucchese, Maurizio Barsotti – possibilmente entro la fine di febbraio, così ha comunicato la Federazione Pugilistica Italiana ai due finalisti, il nostro Marvin Demollari e Charlemagne Metonyekpon Charly del Boxing club Castelfidardo. In palio la cintura del trofeo delle Cinture Wbc, ovvero la principale sigla mondiale del pugilato professionistico World boxing council che sponsorizza l’evento e la Fpi (Federazione Pugilistica Italiana) per la categoria dei pesi leggeri sulla distanza delle otto riprese al peso di 61.237 chili. Un evento che ambedue i rispettivi clan pugilistici vogliono organizzare in ‘casa’ anche se il match è sulla carta equilibratissimo tra due pugili giovani e ambiziosi. Demollari classe 1994, Charly è del 1995 con pari esperienza sul ring sia da dilettanti che da professionisti, cambia lo stile. Demollari decisamente più fighters mentre Charly appare più impostato a boxare alla distanza”.

Al momento, secondo una nota dell’Asd, non c’e stato accordo tra le due parti anche se la trattativa è stata cordiale e corretta.

“Ovviamente – si legge nella nota – le due società puntano a fare la ‘grande serata’ sul ring di casa perchè questo è un match vero, che sicuramente a prescindere da dove venga fatto, vedrà il tutto esaurito. Per Lucca la Pugilistica Lucchese ha chiesto varie disponibilità di sede con l’amministrazione comunale di Lucca che è pronta a dare il suo appoggio per trovare una location adeguata, nel caso anche il Comune di  Capannori sarebbe disponibile, così come la tv locale potrebbe pensare di riprendere la serata”.

“Il termine per  presentare l’offerta – conclude Barsotti – è stato fissato per domani (10 gennaio) alle  15, dopo si saprà subito l’esito, la nostra società ha già inviato la sua offerta  economica che andrebbe a coprire le borse dei pugili e le spese del team avversario, non rimane che attendere. In caso di successo si lavorerà per allestire anche un ricco contorno con i pugili lucchesi a cominciare da Bush Chinedu (elite 75 chili), Lorenzo Frugoli (youth 69 chili) e poi Alessandro Gatti (elite 2 di 60 chili), Andrea Bardazzi (elite 2 per i 64 chili), Michele Raffanti (elite 2 sempre 60 chili), Lorenzo Garofano (youth 64 chili) ed i giovanissimi Matteo Mencaroni (junior 45 chili) e Riccardo Matteucci (schoolboy 45 chili) oltre a Miria Rossetti Busa e Noemi Garofano (junior femminili). Un evento sportivo nazionale della nobile arte professionistica che vede sì impegnata la nostra Pugilistica Lucchese, ma anche con un bellissimo ritorno di immagine per la nostra città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.