Quantcast

Lucchese, stop allenamenti fino al 4 maggio: “Stiamo a casa, facciamo un gol al coronavirus”

La società rossonera: "Speriamo di rivederci presto al Porta Elisa"

Facciamo un gol al coronavirus: stiamo a casa, rispettiamo le regole perché al più presto sia possibile tornare alla vita di tutti i giorni”. È questo il messaggio della Lucchese che, in questo momento particolarmente difficile per tutti gli italiani, continua a stare vicina ai suoi i tifosi, ai tecnici, ai calciatori, ai collaboratori.

E’ una Pasqua diversa, di rinunce e di sofferenza, di impegno massimo per tutti coloro che ogni giorno sono in prima linea per combattere il virus – dicono Bruno Russo, Mario Santoro, Daniele Deoma e Alessandro Vichi -. Il nostro pensiero e il nostro ringraziamento va ai medici, agli infermieri, al personale tutto dell’ospedale San Luca, ma anche alle forze dell’ordine che si prodigano per presidiare il territorio e tutelare la comunità”.

“A tutti i cittadini e a tutti i tifosi la Lucchese invia un grande e sincero augurio di buona Pasqua, con la speranza di rivederci presto al Porta Elisa a goderci le partite e a gioire per la squadra rossonera. Adesso, però, la posta in palio è altissima e vale di più dei tre punti. Per questo non ci stancheremo mai di esortare tutti a mantenere comportamenti corretti. Forza, tutti insieme ce la faremo“.

La società comunica inoltre la sospensione degli allenamenti fino al 4 maggio, in ottemperanza all’ultimo decreto che proroga le misure di contenimento anti coronavirus.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.