Lucchese, festa promozione in Provincia e in Comune. Il sindaco: acceleriamo sullo stadio fotogallery

Dopo la visita a Menesini una rappresentanza della squadra ospite a Palazzo Orsetti. Rivissute tutte le vittorie con un occhio al futuro

Una giornata di festeggiamenti rossoneri tra Comune e Provincia. Questa mattina (17 giugno) il presidente della Provincia ha incontrato una delegazione della Lucchese 1905 a Palazzo Ducale. Alla squadra, recentemente promossa in serie C, Luca Menesini ha consegnato una pergamena di riconoscimento per la promozione. All’incontro erano presenti i vertici della società Bruno Russo, Daniele Deoma, Mario Santoro, Alessandro Vichi, Duccio Casini e il capocannoniere Cruciani, assieme a Nolè e Benassi, in rappresentanza dei giocatori della Lucchese. Assente giustificato, l’allenatore Francesco Monaco.

Con il presidente della Provincia hanno parlato dell’avventura che li ha visti protagonisti e che li ha portati a scalare la classifica fino a tornare in serie C, in quello che può essere definito uno degli anni più difficili per il calcio, a causa dell’emergenza covid19. I giocatori hanno raccontato la loro esperienza durante il lockdown, lontani dai campi, ma con la determinazione di non perdere l’allenamento, proseguito nelle loro abitazioni, mentre i dirigenti hanno ripercorso con Menesini anche le prime fasi di un campionato iniziato in salita, a causa dei problemi societari, ma che, con forza e determinazione, ha visto la dirigenza della squadra credere nelle potenzialità della compagine rossonera,  tanto da riportare anche i tifosi a credere nell’impresa.

Al termine, Menesini ha consegnato le pergamene a dirigenti e giocatori, che, a loro volta, lo hanno ringraziato donandogli una maglia della Lucchese autografata dai tre calciatori presenti, il gagliardetto e le mascherine della squadra. “Quando c’è passione e professionalità, i risultati arrivano – ha commentato il presidente della Provincia -. È stato un vero piacere per me incontrare la dirigenza e una rappresentanza della squadra. Da oggi ho anche una maglietta della Lucchese autografata, non mi resta che fare un immenso in bocca al lupo alla squadra per la nuova avventura”.

Nel pomeriggio la delegazione rossonera è stata ricevuta a Palazzo Orsetti dal sindaco Alessandro Tambellini, dall’assessore allo sport Stefano Ragghianti e dal presidente del consiglio comunale, Francesco Battistini.

“Non potendo organizzare una grande festa pubblica per questo importante traguardo – ha detto il sindaco Alessandro Tambellini al termine dell’incontro – , abbiamo voluto portare idealmente l’abbraccio della città alla squadra rossonera, che con la promozione e il conseguente ritorno al gioco di livello professionistico, siamo sicuri contribuirà a tenere alto il nome di Lucca. Si tratta di un importante segnale per la città, di fiducia e di ripresa. Da parte nostra – ha aggiunto Tambellini – ribadiamo la massima collaborazione per accelerare il più possibile la realizzazione degli interventi di adeguamento e restauro dello stadio Porta Elisa e il nostro impegno per far crescere il settore giovanile della squadra”.

Al termine dell’incontro, scambio di doni fra l’amministrazione comunale e la Lucchese. Il sindaco Tambellini ha donato alla delegazione una litografia del maestro lucchese Antonio Possenti, la squadra ha omaggiato il sindaco con una maglietta autografata dai giocatori, il gagliardetto e le mascherine ufficiali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.