Ghiviborgo, iniziato il ritiro a porte chiuse tra registrazioni e test sierologici foto

Un via diverso da sempre a causa delle misure di sicurezza per il coronavirus

Iniziato a porte chiuse il ritiro del Ghiviborgo che parteciperà per il sesto anno consecutivo al campionato nazionale di serie D.

Il primo giorno diversamente da tutti gli anni è stato caratterizzato al rispetto dei vari protocolli imposti dal Covid 19: porte chiuse, registrazione, misurazione febbre e test sierologico sia per i giocatori, staff e sia per i dirigenti che accompagneranno i ragazzi fino alla fine.

Un giorno senza mettere le scarpette e senza toccare il pallone.

Innanzitutto il Ghiviborgo ringrazia Ecol studio per la professionalità e l’impegno messo nell’eseguire i test.

Successivamente il mister Rino Lavezzini, accompagnato dal suo staff, dal Ds Luca Pacitto e dal team manager Rodolfo Maracci, sotto l’ombra dei magnifici tigli nel magico ambiente dello stadio delle terme di bagni di Lucca , ha presentato alla rosa dei giocatori la sua filosofia calcistica: “Una squadra con un anima mai domita, sempre protagonista per competere con tutti”

“ Giocatori con forti caratteri , ambiziosi con l’aspirazione di crescere per arrivare nel prossimo campionato a giocare nel professionismo qualificando così anche la società del Ghiviborgo come società ideale per far crescere i giovani”, ha commentato.

Dopo un break a base di frutta fresca davanti agli spogliatoi il presidente Alessandro Remaschi ha presentato ai vecchi e ai nuovi calciatori la società e le aspirazioni degli sportivi della Valle.

Motivando tutti con un appassionato intervento sulla base della sua esperienza di vita e citando delle massime come “non è forte chi non cade, ma chi cadendo ogni volta ha la forza di rialzarsi”.

Infine ha invitato tutti i ragazzi a vivere sempre con la felicità interiore perché “un atleta triste è un atleta che parte sconfitto e nessuno di voi è triste “.

Il rompete le righe è stato fatto da Giovanni Malloggi che ha ricordato a tutti che da domani, dopo i risultati dei test sierologici della mattina, alle 16,30 si inizia a sudare.

Ecco i giocatori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.