Amore&Vita Prodir, occhi puntati sul Giro dell’appennino

Test importante prima della sfida iridita in programma a Imola

Il Giro dell’appennino è una delle classiche italiane più antiche e domani (19 settembre) sarà prestigioso palcoscenico pre-mondiale in vista della sfida iridata in programma il prossimo week-end ad Imola. Gli atleti si sfideranno come gladiatori nell’arena soprattutto nel punto cruciale della corsa, rappresentato verosimilmente dall’ascesa del Passo della Bocchetta, memorabile salita sulla quale in passato hanno compiuto grandi imprese campioni assoluti, tra i quali spiccano personaggi del calibro di Fausto Coppi, Felice Gimondi, Franceso Moser, Gianni Bugno e Gibì Baronchelli, ex atleta di Fanini e vincitore di ben sette edizioni della corsa.

Il team A&V – Prodir, che qui trionfò nel 2017 Danilo Celano, proverà a compiere ancora un azione eroica degna di questa bellissima competizione, e lo farà con il suo capitano Marco Tizza.

L’atleta brianzolo, fresco di maglia azzurra al Giro della Toscana e alla Coppa Sabatini, tenterà di raggiungere il massimo risultato possibile. La determinazione di certo non gli manca e poi, gli ottimi risultati raccolti con la maglia della nazionale italiana in questa intensa due-giorni Toscana, gli hanno dato ulteriore determinazione e consapevolezza che un successo potrebbe essere alla sua portata.

In casa Fanini c’è quindi aria di ottimismo per questo Giro dell’appennino, la dirigenza si aspetta tanto da Tizza ma anche da tutto il resto del team schierato al via e diretto da Marco Zamparella e che comprende: Davide Appllonio, Viesturs Luksevics, Andrea Meucci, Riccardo Marchesini, Charly Petelin e Antonio Zullo.

“In questa gara la nostra squadra ha sempre ben figurato – ricorda con orgoglio il team manager Cristian Fanini  – i successi di Giuseppe Calcaterra nel 1993 e di Danilo Celano nel 2017 rimarranno per sempre indelebili nella nostra storia ma anche in altre occasioni abbiamo raggiunto la top ten e siamo stati comunque veri protagonisti. Quindi anche in questo caso mi aspetto di vedere le scintille da parte dei nostri atleti. Abbiamo Tizza che sia al Toscana e a Peccioli ha corso al pari di atleti World Tour, basta guardare gli ordini d’arrivo per rendersene conto. Inoltre è in costante crescita di condizione e siamo certi che domani saprà essere protagonista. Poi ci sarà Luksevics a dargli supporto, orgoglioso di vestire la maglia di campione lettone appena conquistata. Ma anche gli altri atleti selezionati, nessuno escluso, potranno essere importanti e determinanti per il risultato di Tizza. Quindi mi aspetto una grande prova di squadra ed una super prestazione del nostro capitano che si meriterebbe davvero un grande successo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.