A Senigagliesi (Mm Motorsport) il Rally di Casciana Terme

Seconda affermazione consecutiva per il team lucchese, reduce dalla vittoria al Città di Pistoia

È ancora all’insegna della vittoria il resoconto redatto da M, Motorsport a conclusione del fine settimana agonistico. Il team lucchese, impegnato sulle strade del Rally di Casciana Terme, ha centrato la seconda vittoria assoluta consecutiva con Carlo Alberto Senigagliesi, tornato al volante della Skoda Fabia R5. Affiancato alle note da Marco Lupi, il portacolori della scuderia Maranello Corse si è portato al comando nella fase centrale di gara, assecondato da una scelta ottimale in termini di setup messa in atto dai tecnici del team nel corso del primo “service” della giornata. A rallentare la turbocompressa boema nelle fasi iniziali era stata un’uscita di strada accusata sui chilometri della Montevaso, particolare che ha causato la foratura lenta dello pneumatico anteriore destro.

Una reazione concreta, quella di Carlo Alberto Senigagliesi, protagonista di un acceso confronto con un’altra delle illustri guide di Mm Motorsport, Tobia Cavallini. Il pilota di Cerreto Guidi, tornato al volante della Skoda Fabia R5 dopo più di un anno di inattività, ha concluso l’appuntamento nazionale sul secondo gradino del podio assoluto, condividendo con il copilota Sauro Farnocchia un risultato di spessore e garantendo alla struttura di Porcari un autentico monopolio del podio assoluto, occupato per due terzi dalle proprie vetture “gommate” Pirelli.

Un confronto, il Rally di Casciana Terme, che al suo avvio aveva elevato al comando della classifica provvisoria Alessio Della Maggiora e Valerio Favali, tornati al volante della Skoda Fabia R5 gestita da MM Motorsport. Una “toccata” nella terza prova speciale, in una curva dalla scarsa aderenza, ha compromesso le funzionalità della vettura costringendo l’equipaggio al ritiro. Rimangono, tuttavia, le ottime impressioni destate dal ritorno del pilota sul sedile sinistro della vettura.

Sensazioni positive, seppur ridimensionate da uno sfortunato ritiro sui chilometri dell’ultima prova speciale, per quel che concerne la prestazione di Roberto Tucci, al rientro in abitacolo sulla Skoda Fabia R5. Il pilota di Venturina, affiancato da Giampietro Micalizzi, ha improntato la propria performance nel raggiungimento della terza posizione assoluta, distante cinque secondi prima della resa accusata nell’ultima prova speciale e legata ad un problema in via di definizione da parte dei tecnici del team.

Una problematica che – tuttavia – non ha intaccato la bontà dei riscontri fatti registrare durante la gara, legittimati da una condotta che ha posto in evidenza l’assoluta capacità di esprimere, da parte del pilota, le potenzialità della vettura e la professionalità di una squadra che – accertata una problematica prima dello shakedown – ha messo in condizione lo stesso di prendere il via della gara in condizioni ottimali. Sfortunato anche l’epilogo che ha visto coinvolto Emanuel Forieri, tornato alla guida della Renault Clio S1600 condivisa con Filippo Alicervi e legato ad un problema riscontrato sull’inserimento della terza marcia, particolare che ha costretto il pilota follonichese alla resa rimandando al Trofeo Maremma ambizioni costruite su un “pacchetto” oramai consolidato che interessa team ed equipaggio.

Le dichiarazioni di Cristiano Bianucci, ceo di Mm Motorsport: “Un fine settimana che ci soddisfa, non solo per quanto riguarda la prime due posizioni assolute ma anche per quanto espresso dagli equipaggi che, purtroppo, hanno dovuto fare i conti con la sfortuna. Le prestazioni di cui si sono resi protagonisti i nostri piloti, tutti indistintamente, ci hanno soddisfatto a pieno. Come struttura, abbiamo avuto modo di veder confermati gli sforzi profusi nella realizzazione del motore Skoda – il primo della nostra struttura – messo a disposizione di Alessio Della Maggiora. I tempi hanno parlato chiaro, in merito alla sua prestazione ed alle potenzialità della vettura. Tutto questo, a conferma del fatto che Mm Motorsport offre un buon prodotto a tutti, un concetto dimostrato sul campo dalle quattro Skoda Fabia da noi curate, performanti in egual misura in un confronto di alta classifica caratterizzato da distacchi ravvicinati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.