Serie C: cosa aspettarci dai tre gironi

Più informazioni su

Si è conclusa da poco più di un mese la stagione più lunga che il nostro calcio ricordi e dopo qualche settimana di vacanza i calciatori e i membri dello staff sono tornati al lavoro per programmare in modo ottimale il prossimo campionato. Il Consiglio di Lega ha da poco stilato i calendari ufficiali per la stagione di Serie C edizione 2020-2021 e si inizierà il prossimo 27 settembre. La Lucchese disputerà la prima partita del nuovo anno tra le mura amiche contro la Pergolettese, in una sfida che sembra assolutamente alla portata dei rossoneri, i quali sono consapevoli che iniziare bene il nuovo anno sarebbe fondamentale per dare morale a tutto l’ambiente che negli ultimi anni non se la sta passando benissimo.

La Lucchese giocherà nel Girone A

Il Consiglio Direttivo di Serie C ha da poco ufficializzato la composizione dei gironi di questa edizione 2020-2021 della ex Lega Pro e le sorprese non sono mancate. La Lucchese, insieme ad altre sei compagini toscane, giocherà quindi nel Girone A. L’Arezzo è invece l’unica squadra della Regione che andrà a giocare nel Girone B, in quello che è probabilmente il meno ostico di tutta la categoria. Così come accaduto anche l’anno passato, il Girone A sarà di un livello molto elevato, con diverse squadre che sembrano avere a disposizione i mezzi per giocarsi la promozione in cadetteria. L’anno scorso la competizione era stata letteralmente dominata dal Monza del presidente Berlusconi e del direttore sportivo Galliani, con i brianzoli che secondo le scommesse online del bookmaker Betway disponibili il 18 settembre, a quota 2,40, sono tra i favoriti anche per la vittoria del prossimo campionato di Serie B. Quest’anno, invece, il Girone A non pare avere un padrone designato e come di consueto a fare la differenza saranno quelle squadre che sapranno trovare la continuità di risultati richiesta per risiedere stabilmente nelle zone alte della classifica. A oggi, Pro Vercelli, Piacenza, Livorno e Novara sembrano le squadre meglio attrezzate per puntare al salto di categoria ma non è escluso che, come avviene praticamente ogni anno, anche questa volta ci saranno delle sorprese. L’obiettivo della Lucchese resta il raggiungimento di una salvezza tranquilla, con la consapevolezza che il gruppo potrebbe ambire anche a ben più prestigiosi traguardi.

Il Girone B sembra accessibile mentre il Girone C è infernale

Nonostante il livello non sia stratosferico come quello del Girone C, anche nel Girone B ci sono diverse squadre estremamente interessanti e alla vigilia del campionato la favorita per la promozione è il Perugia, retrocesso in modo rocambolesco al termine della passata stagione. Gli umbri, dopo aver approcciato allo scorso campionato di Serie B con l’obiettivo di accedere quantomeno ai playoff, si sono dapprima ritrovati invischiati nella lotta salvezza, per poi uscire sconfitti dalla doppia sfida playout disputata contro il Pescara. A rendere la vita difficile al Grifone ci saranno Sambenedettese, Triestina e Carpi, tutte gestite da presidenze molto solide economicamente e tutte reduci da un’ottima campagna acquisti estiva. Il Girone C di Serie C, invece, è più simile a una B2 che a una terza serie. Il Bari, che si è ulteriormente rinforzato anche grazie alle risorse provenienti dal contratto di sponsorizzazione tecnica con Kappa, dovrà vedersela Palermo, Foggia, Avellino, Potenza, Monopoli, Juve Stabia, Ternana e Casertana. Tutte queste compagini dalla storia gloriosa hanno lavorato duramente negli ultimi anni per tornare ai massimi livelli e la sensazione è che anche quest’anno assisteremo a un campionato estremamente equilibrato. Già l’anno passato le sorprese non erano mancate e nonostante alla vigilia della stagione il Bari fosse accreditata da tutti come la favorita indiscussa per la vittoria del campionato, alla fine ad avere la meglio era stata la Reggina, capace di condurre la classifica dalla prima all’ultima giornata.

In un campionato lungo, difficile e competitivo come sarà quello di Serie C fare la differenza sarà estremamente complicato e la sensazione è che anche quest’anno le sorprese non mancheranno. Solo pochi giorni ci separano dall’inizio del campionato di Serie C edizione 2020-2021 e non vediamo l’ora di goderci lo spettacolo che le 60 squadre impegnate nella terza serie metteranno in scena. Nella speranza che quanto prima i tifosi possano tornare negli stadi, non possiamo fare altro che metterci comodi e goderci il fascino di un campionato che ha fatto la storia del nostro calcio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.