Novara, tutto sull’avversario della Lucchese

Lo scorso anno è arrivata ad un passo dalla finale playoff

Più informazioni su

Lo scorso anno è arrivata ad un passo dalla finale playoff. Il cammino del Novara è arrivato al capolinea il 17 luglio quando venne sconfitta per 2 a 1 al “Mapei Stadium” dalla Reggiana. Il desiderio sarebbe quello di ripercorrere l’annata passata

Cammino

Dopo aver sostenuto amichevoli di prestigio con Torino, Milan, Juventus U19, Juventus e Atalanta, ha già sostenuto tre impegni ufficiali. Due mercoledì consecutivi hanno visto gli azzurri impegnati nella Coppa Italia. Nel primo turno per 3-1 si è sbarazzata del Gelbison Vallo della Lucania imponendosi grazie alla doppietta di Schiavi e al gol di Buzzegoli dopo essere stata costretta a rincorrere il risultato. Domenica scorsa ha perso il sentitissimo derby del riso a Vercelli grazie alla trasformazione della massima punizione di Rolando all’alba della sfida. Mercoledì 30 settembre in Coppa Italia, con lo stesso punteggio con il quale aveva battuto la formazione campana ha chiuso la sua avventura al Tombolato di Cittadella. Anche qui la prima rete è arrivata nelle battute iniziali grazie alla trasformazione dal dischetto di Iori a meno di un quarto d’ora dalla fine la rete dell’ex Panico riapriva il match che sembrava chiuso dopo il raddoppio di Rosalfio. Immediatamente dopo Ogunseye chiudeva la pratica. Tre impegni ufficiali e Novara che è sempre andato sotto nei primi 16 minuti.

Volti nuovi

E’ il reparto d’attacco quello che ha visto gli interventi più consistenti. In difesa dallo Spezia in prestito è arrivato Lorenzo Colombini e dal settore giovanile della Juventus Francesco Lamanna dopo il prestito alla Cremonese e il bosniaco Ante Hrkac ex Siroki Brijeg. A centrocampo l’unico innesto è stato Ruggero Rusconi dal Vobarno. In attacco con la formula del prestito arriva Andrea Cisco dal Sassuolo nello scorso campionato inviato a gennaio 2020 al Pescara, dal Cittadella Giuseppe Panico, dal vivaio dell’Inter Mattia Tordini fino al gennaio scorso alla Under 18 del Torino. L’acquisto che ha fatto più sensazione è stato quello di Gianmarco Zigoni arrivato con la formula del prestito dal Venezia.

Allenatore

L’ottimo lavoro svolto alla sua prima esperienza da allenatore di una squadra professionista ha portato alla riconferma del tecnico di San Mauro Torinese Simone Banchieri. Arriva al settore giovanile degli azzurri dopo stato aver guidato San Mauro, Derthona, Novese, Folgore Caratese e Legnano. Gli viene affidata la conduzione della under 16 del Novara e vince il titolo nazionale. Il successo gli vale la promozione alla guida della prima squadra dove la società riscontra le sue capacità di far crescere i giovani.

Defezioni

Come ha dichiarato il tecnico in sede di presentazione della gara con la Lucchese, il Novara si presenta numericamente in difficoltà in difesa e a centrocampo. In difesa rinuncia al bosniaco Hrkac, Pogliano e Sbraga e a meta campo è costretto a schierare Buzzegoli e Bianchi con pochi allenamenti sulle gambe.

Rosa 2020-21

Portieri: 2 Lanni Ivan fino a gennaio 2020 all’ Ascoli, 22 Marracchi Filippo, 1 Spada Matteo

Difensori: 13 Baldi Leon, 25 Bellich Marco, 5 Bove Davide, 3 Cagnano Andrea, 20 Lamnanna Francesco dalla Juventus U23 fino a gennaio 2020 in prestito alla Cremonese, 21 Pagani Vittorio, 6 Pogliano Cesare, 33 Colombini Lorenzo in prestito dallo Spezia, 4 Sbraga Andrea, 13 Zunno Marco, 28 Ante Hrkac

Centrocampisti: 23 Bianchi Tommaso, 10 Buzzegoli Daniele, 15 Collodel Riccardo, 29 Rusconi Ruggero ex Vobarno, 8 Schiavi Nicolas, 27 Spitale Alessandro

Attaccanti: 26 Cisco Andrea in prestito dal Sassuolo fino a gennaio 2020 al Pescara, 19 Gonzalez Pablo, 11 Panico Giuseppe ex Cittadella, 16 Pinotti Alessio, 32 Tordini Mattia dall’Inter fino al gennaio 2020 al Torino U18, 17 Zigoni Gianmarco in prestito dal Venezia, 24 Piscitella Gianmario

Arbitro

Il match del Piola è stato affidato al signor Matteo Caldera di Como con l’avvallo degli assistenti Simone Biffi e Nicolò Moroni della sezione di Treviglio. Quarto uomo Luca De Angeli di Milano. Il fischietto lariano è al suo secondo anno di Serie C e arbitra per la prima volta azzurri e rossoneri.

Precedenti

Sono 16 i precedenti giocati in Piemonte con un bilancio di 9 successi del Novara, 5 i pareggi e 2 successi della Pantera. La prima sfida venne disputata l’11 febbraio del 1923 e vide il successo del Novara per 3-1. Risale al 26 novembre 1961 l’ultima vittoria casalinga dei piemontesi con il punteggio di 3-0 e la gara era valida per il campionato di Serie B. In Serie C il Novara non ha mai battuto la Lucchese. 3 delle 4 sfide giocate in Serie C sono terminate in parità, l’ultimo confronto è datato 9 dicembre 2018 e terminò per 2-2. Il Novara si portò in vantaggio per 2-2 grazie alle reti griffate da Ronaldo e Cinaglia nel primo tempo e rimonta rossonera avviata da Sorrentino a 7 dal termine e completata da Bortoluzzi a 3’ dalla fine. Dopo aver espugnato per la prima volta il campo del Novara in Serie A il 4 ottobre del 1936 per 2-1, la Lucchese è tornata alla vittoria il 13 marzo 2005 per 2-0.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.