The Farm Boulder gym, apre a Guamo la prima palestra lucchese di arrampicata indoor foto

L’apertura ufficiale ai soci sarà sabato (10 ottobre) alle 14

Ieri (4 ottobre) a Guamo  ha aperto le porte The Farm Boulder Gym, associazione sportiva dilettantistica affiliata ad Acsi e Coni. Si tratta della prima palestra di arrampicata indoor professionale della provincia di Lucca, in uno spazio di 1000 metri quadrati con 650 metri quadrati di pareti arrampicabili. L’apertura ufficiale ai soci sarà sabato (10 ottobre) alle 14.

All’inaugurazione era presente l’assessora allo sport del Comune di Capannori Lucia Micheli, che dopo il rituale taglio del nastro ha visitato la palestra accompagnata da Henri e Patrizio e ha provato lei stessa ad arrampicarsi. “Una bellissima inaugurazione, un’iniziativa molto importante, quella di chi intraprende una strada nuova in questo 2020, anno difficilissimo – ha raccontato Micheli -. Quindi anche imprenditorialmente un grande in bocca al lupo a Patrizio e Henri, che hanno avuto il coraggio di portare avanti questa grossa avventura. Una palestra per uno sport nuovo per molti, ma che fa già molti adepti e molti appassionati, che sarà una delle realtà più grandi in toscana, un orgoglio per il nostro territorio capannorese”.

Moltissimi anche i feedback positivi dei visitatori presenti all’inaugurazione e arrivati durante la giornata sulla pagina social. Molte anche le famiglie interessate ai corsi per ragazzi. Un sogno che diventa realtà, quello di Patrizio Buricchi e Henri Del Papa, climber esperti e ben conosciuti nell’ambiente dell’arrampicata a livello nazionale. La struttura sportiva è stata pensata per dare un’esperienza di alto livello ai climber esperti – con una zona Boulder con tutte le difficoltà e una zona Training – ed il progetto è stato sviluppato in stretta collaborazione con l’azienda francese EntrePrises, leader mondiale nel settore della progettazione e costruzione di pareti artificiali per arrampicata, basti pensare che è l’azienda selezionata per attrezzare i campionati del mondo delle prossime olimpiadi di Tokio, nei quali l’arrampicata sportiva sarà parte del programma olimpico.

Ma Henri e Patrizio si sono dati anche un’altra missione: diffondere la passione per questo sport. Ne è prova l’idea di realizzare un’area dedicata ai bambini dai 4 ai 7 anni – i quali potranno fare i primi passi in verticale, seguiti da personale esperto – una zona Boulder per neofiti e corsi di arrampicata tenuti da istruttori professionisti. Non poteva quindi mancare una zona relax dove ricaricarsi. Oltre a questo è stata realizzata anche un’ampia sala corsi, che sarà messa a disposizione anche di altre associazioni in cerca di spazi per le proprie attività, come corsi Yoga, ginnastica posturale ed altre.

“Ringraziamo l’amministrazione comunale di Capannori per la presenza e l’interesse dimostrato e tutti gli amici che sono venuti a trovarci – concludono Henri e Patrizio -. Ora aspettiamo gli amici climber e i giovanissimi aspiranti e chissà che le prossime olimpiadi non vedano la presenza di un climber lucchese, avviato alla disciplina dalla Farm Boulder Gym”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.