Amore&Vita Prodir pronta alla sfida in Spagna

Il team diretto da Marco Zamparella sarà al via della gara Prueba Villafranca – Ordiziako Klasika

Più informazioni su

Importante appuntamento in Spagna lunedì (12 ottobre) per il team Amore&Vita Prodir. Il team diretto da Marco Zamparella sarà infatti al via della gara Uci 1.1 Prueba Villafranca – Ordiziako Klasika. Una gara di un giorno molto prestigiosa che arriva quest’anno alla sua 97esima edizione. Gli atleti di A&V, capitanati da Marco Tizza e Davide Appollonio, tenteranno di ottenere in Spagna il settimo sigillo stagionale da regalare a Giorgio Pagani patron dello sponsor Prodir.

Ogni competizione deve essere onorata e valorizzata come se fosse un “campionato del mondo” specialmente in momenti così difficili come questi a causa del Covid19 e A&V è determinata a farlo. Ci saranno anche team World Tour come la Movistar a dare lustro a questa competizione, un’occasione ghiotta per gli atleti di Fanini.

“Punteremo a fare la corsa con Marco Tizza – spiega il ds Zamparella – ci sono buone probabilità di far bene, nonostante questi ultimi giorni siano stati un po’ tumultuosi a causa del peggioramento del Covid19 un po’ in tutto il mondo. Affronteremo appositamente questa trasferta via terra, restando nella “bolla” e stando a contatto soltanto tra di noi (che con due tamponi a testa siamo sicuri di essere negativi). Sappiano che andare a correre rappresenta un rischio, specialmente oggi con l’incremento dei casi. D’altronde la salute viene prima di tutto ma noi ci muoveremo in totale sicurezza, senza lasciare niente al caso. Seguiremo meticolosamente il protocollo e le ferree linee guida e regole di restrizione. Sarà un viaggio abbastanza lungo ma e arriveremo in Spagna con netto anticipo così da recuperare pienamente le energie necessarie ed essere al via più competitivi che mai e saremo pronti a dare battaglia con la certezza di avere in Marco Tizza un atleta di spessore che può lottare per il successo”.

Al via con Marco Tizza e Davide Appollonio ci saranno, Andrea Meucci, Antonio Zullo, Riccardo Marchesini e Charly Petelin. Tutti atleti che vivono in Italia e che non provengono da zone a rischio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.