Dietrofront calcio dilettanti: si gioca a porte chiuse

Il comitato regionale della Figc: "Siamo consapevoli del disagio ma chiediamo di onorare gli impegni in attesa del nuovo Dpcm"

Calcio dilettanti e coronavirus, arriva il dietrofront: nel weekend si giocherà a porte chiuse.

Ecco il comunicato ufficiale del Crt: “Le autorità di pubblica sicurezza ci comunicano adesso di aver interpellato gli uffici competenti della Regione Toscana i quali interpretano la validità della ordinanza numero 87 del 6 ottobre 2020 limitatamente alla sola giornata del 7 ottobre anziché fino al termine dello stato di emergenza (15 ottobre 2020) come indicato nella stessa ordinanza nelle ‘Disposizioni Finali’. Al fine, pertanto, di rispettare appieno la normativa vigente ed evitare eventuali sanzioni penali e amministrative a carico delle società e dei loro presidenti, ci vediamo costretti, nostro malgrado, a disporre la disputa delle sole gare di campionato a porte chiuse“.

“Siamo consapevoli del disagio – proseguono -, e ci scusiamo, che tale decisione comporta per le società, indipendente dalla nostra volontà che fino all’ultimo è stata quella di adoperarsi, come abbiamo fatto in questi ultimi mesi, per consentire alle nostre società di riprendere la propria attività nel modo migliore. Chiediamo a tutti per questo fine settimana di onorare gli impegni assunti nei confronti dei propri tesserati e di tutto il movimento, disputando le gare in programma, anche come importante segnale di ripartenza e di responsabilità che va al di la dello stesso significato sportivo”.

“Nei primi giorni della prossima settimana verrà pubblicato dal governo il nuovo Dpcm – concludono – contenente le indicazioni per lo svolgimento dell’attività sportiva. Al quel punto verificheremo se ci saranno le condizioni necessarie e indispensabili per il normale svolgimento dell’attività dilettante e giovanile, contrariamente valuteremo tutte le possibili opzioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.