Calcio dilettanti, Della Bidia alle società: “Si usi questo stop per riflettere sul futuro”

Il presidente del Farneta: "Serve unità tra le compagini dilettantistiche"

Prendersi questa fase di stop per fare il punto sul calcio dilettantistico e sul futuro delle società. E’ l’appello che fa Federico Della Bidia, presidente della società dilettantistica Farneta 1983.

“Oggi – afferma – è un momento storico per noi del mondo calcio provinciale, ma anche regionale dobbiamo essere pazienti. Il covid-19 è una malattia seria e la Federazione Figc e la Lnd sono state troppo commerciali e poco statiste nell’organizzare i campionati: dobbiamo essere realisti, le società vivono oltre al volontariato dei dirigenti anche e soprattutto agli aiuti economici dei nostri sponsor che si dividono in 3 categorie: amici che danno liberamente il loro contributo, sponsor che credono nel calcio come ritorno di immagine e sponsor che credono in noi società al momento che andiamo a chiedere aiuto. Proprio a questi ultimi ma poi alla fine a tutti i nostri sostenitori dobbiamo dire grazie e augurarci che con la nostra chiusura noi società oggi disunite succubi di una Lnd allo sbaraglio, perché sia a livello provinciale che regionale non vi è traccia di contatti pre Covid-19 per l’organizzazione dei campionati 2020-2021″.

“I clienti per la Figc siamo noi società – afferma -: l’iscrizione la paghiamo noi, le multe pure, i ricorsi idem, il portafoglio clienti è il nostro. Concludo dicendo alle società tutte: prendiamoci questo momento di pausa per renderci conto quanto i nostri sostenitori sono importanti per noi società: allora dobbiamo sperare che se non ci saranno altri lockdown i nostri sponsor potranno continuare la loro attività che per noi e per loro in primis sarà fondamentale. Noi società un domani prossimo non dobbiamo lasciare solo alla politica la scelta delle cariche Federali Sportive Figc, Lnd nelle loro mani anche chi come noi società sanno della vita di tutti i giorni nel
mondo del calcio. L’unità in questo momento è fondamentale per le nostre squadre uniti si vince e noi ci sacrifichiamo fondamentalmente solo per vincere e allora prendiamoci questi punti di vittoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.