Luca Panzani al ‘Carnevale’ torna alle corse dopo sei mesi di sosta

Alle note della gara viareggina la compagna Alessia Bertagna

Dopo ben sei mesi di sosta Luca Panzani torna alle corse. Il pilota di Lucca, infatti, questo fine settimana sarà al via del 37esimo Rally del Carnevale, a Viareggio, gara che torna sulla scena nazionale dopo tre anni di assenza.

Panzani ritroverà la Skoda Fabia R5 di Pavel Group, modello come quello utilizzato lo scorso agosto in occasione del Rally del Ciocco, dove vinse la competizione riservata alla Coppa di VI zona, in quella che fu la sua ultima apparizione in veste di pilota e paradossalmente la sua prima vittoria assoluta in carriera.

Ad affiancarlo in questa nuova esperienza ci sarà la compagna, Alessia Bertagna, che già lo ha assecondato in altre occasioni e la gara sarà un’utile training dopo mesi di inattività, dopo la quale Panzani cercherà – insieme al team pistoiese – di organizzare la propria stagione agonistica, che potrebbe partire dal Ciocco a marzo. La partecipazione al Carnevale di Panzani, infatti, sarà molto incentrata sul riprendere in mano ed a mente tutti gli equilibri necessari per rinnovare il feeling con la vettura, non avendo quindi come obiettivo primario il risultato finale. Per Panzani è un gradito ritorno al Carnevale, lo ha già disputato per sei volte, ed anche un ricordo vibrante, avendo chiuso l’ultima edizione disputata nel 2017 al secondo posto assoluto con una Renault Clio Williams.

Finalmente si torna a correre – dice Panzani – sei mesi dall’ultima gara sono stati davvero lunghi. Purtroppo, dopo la gara del Ciocco non è stato possibile trovare i sostegni per tornare con la Fabia perlomeno in altre due occasioni lo scorso anno. Ma riparto motivato, grazie anche allo stimolo dei fratelli Lenzi e di Pavel Group, e grazie anche ai miei partner che mi seguono con passione nonostante il periodo non sia ancora molto solare, per via della pandemia. Non faccio alcun pronostico, la gara è corta, non sarà facile prendere subito il ritmo e cercare di duellare con piloti di livello che avremo come avversari, sicuramente sarà ostico come approccio. Cercheremo comunque di fare il meglio possibile, ma senza troppi assilli di risultato. Lavoriamo in ottica futura, magari vorrei arrivare al Ciocco ben preparato e questa è l’occasione giusta per farlo…”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.