Quantcast

Weekend dolce amaro per la Pugilistica Lucchese, i risultati arrivano solo dalla trasferta in Emilia

Sabato all'insegna del successo per il professionista Marvin Demollari e il debuttante Dezjan Tabaku

Un weekend dolce amaro per la Pugilistica Lucchese, impegnata in trasferta sia nella giornata di sabato che di domenica.

L’inizio del fine settimana è stato infatti all’insegna del successo. Sabato (10 aprile) il maestro Giulio Monselesan ha accompagnato i suoi pugili a Reggio Emilia, dove il professionista Marvin Demollari ha affrontato otto riprese di sparring con due diversi avversari locali, entrambi professionisti (dei quali un aspirante contendente al titolo nella sua categoria di peso), per prepararsi in vista del match del 23 aprile.

Nel pomeriggio invece largo ai debuttanti, con l’Élite 2a serie Dezjan Tabaku che ha disputato un ottimo primo match, portando a casa una vittoria meritata, arrivata dopo una lunga preparazione. Ben più magro il bottino di domenica (11 aprile), nella spedizione a Latina. Apre le danze Noemi Garofano, Junior 60kg, che ritrova la giusta verve, mostrando sensibili miglioramenti rispetto all’inizio dell’anno. La sua prestazione non è però sufficiente ad impressionare i giudici, che assegnano una vittoria al limite all’avversaria, pugile di casa.

Esito negativo anche per lo Youth 70kg Achraf Lekal, che trovatosi davanti un avversario molto pericoloso non riesce a boxare con la solita spensieratezza, offrendo una prestazione inferiore a quelle viste finora. Lascia l’amaro in bocca anche il pari di Sasha Mencaroni, Schoolboy 38kg, protagonista di un match intenso, in cui riesce a prevalere sull’avversario nella prima e nella terza ripresa, ma perdendo nella seconda. Unica nota positiva della trasferta laziale la vittoria dell’Élite 2a serie 69kg Matteo Di Santoro, che riesce ad imporsi sul suo avversario, dimostrando i suoi miglioramenti a livello tecnico dopo ogni incontro disputato.

La nota più stonata della giornata è la sconfitta per sospensione cautelare di Andrea Bardazzi, Élite 2a serie 64kg. Nel corso della prima ripresa, condotta in modo molto tecnico sulla lunga distanza, va inavvertitamente incontro a un potente gancio sferrato dall’avversario, che lo manda momentaneamente al tappeto. Fulminea quindi la decisione dal suo angolo di interrompere l’incontro, in modo da non impedirgli di competere negli impegni già fissati per le prossime settimane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.