Quantcast

Basket Serie C Gold, Bc Lucca insegue Arezzo ma va ko

Un'altra battuta d'arresto

Amen Arezzo Basket – Bc Lucca 72-70 (20/12 – 33/38 – 54/55 – 72/70)

Amen Arezzo Basket: Calzini 8, Marcantoni , Ghini 4, Cuutini 19, Rossi 7, Tenev 4, Calzini 2, Pipiska 18, Cavina , Castelli , Giommetti 7, Provenzal 3. All. Evangelisti, Ass. Roggi

Basketball Club Lucca: Lippi 9, Piercecchi 2, Barsanti 9, Russo 20, Di Sacco , Spagnolli 9, Giovannetti , Balducci 2, Lombardi 6, Pierini 13. All. Tonfoni, Ass. Pizzolante, Ass. Nicolosi

 

Eccoci alle battute finali del campionato di C Gold, un campionato, anomalo, bizzarro, ma che è riuscito ad emozionare malgrado la forzata assenza del pubblico, questa volta c’è da rendere merito alla potenza dei social, una volta tanto funzionali alle necessità degli utenti appassionati di basket.

Quintetti in campo: Tenev, Pipiska, Rossi, Cutini, Ghini per i padroni di casa, Tonfoni schiera il quintetto classico Pierini, Russo, Barsanti,  Spagnolli, Lippi, Frosolini scodella e possesso per i padroni di casa e primi due punti, Arezzo subito molto aggressivo torna a canestro e coach Tonfoni è obbligato a spezzare subito il ritmo chiamando time out.

Dalla panchina è l’Arezzo ad uscirne meglio andando a canestro, a sbloccare il display per il Bcl è Spagnolli, ma i padroni di casa sono in piena accellerazione e con facilità raggiungono il 13/4, Bcl che trova la via del canestro, poi un fallo manda Spagnolli, in lunetta poi ancora è Lippi a realizzare due ottimi canestri da sotto, ma l’Arezzo risponde a tono ed il primo quarto si chiude sul 22/12.

Secondo quarto che inizia sempre a trazione aretina, i ragazzi di Evangelisti hanno ottime percentuali al tiro, sprecano davvero pochissimo portandosi velocemente con un vantaggio da doppia cifra, ma lo abbiamo detto tante, le partite di pallacanestro si giocano fino all’ultimo secondo. Pierini e Russo, suonano la carica, a dargli una mano anche due giovanissimi Balducci e Piercecchi, e a tre minuti dal riposo i bianco/rossi si portano in vantaggio 31/32 un nuovo ribaltamento, Arezzo torna avanti 33/32, ma adesso il Bcl è in “palla” e si portano sul 33/38, una grande bella prova di orgoglio, undici punti recuperati e altri cinque di vantaggio e tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo che inizia con Spagnolli che si guadagna la lunetta uno su due, inerzia che sembra continuare a favorire il Bcl, ma soprattutto con un Pierini che sta giocando da vero dominatore.

Arezzo che assolutamente non è disposto a cedere le armi, a cinque minuti del terzo riporta 43/44.

Tocca al capitano ristabilire il vantaggio, prima dai liberi e poi con una delle sue bombe dalla distanza 48/50 a tre minuti dalla penultima sirena di una partita che si sta accendendo sempre più.

A fra muovere il tabellone adesso sono i liberi, più che le azioni di gioco e l’Arezzo è davvero bravo 54/55 il finale del terzo quarto.

La partita riprende esattamente come è terminata: fallo dei bianco/rossi e Arezzo in Lunetta per il 55755, Cutini e Pipiska macinano canestri per gli aretini, tutti e due sono in abbondante doppia cifra, 60/57 il parziale dopo tre minuti di gioco, in questa fase di gioco l’inerzia ha girato a favore dei padroni di casa, mentre le incursioni del Bcl sembrano aver perso incisività. L’Arezzo è ancora in lunetta per uno su due, un solo punto ma che potrebbe diventare pesante se i suoi attacchi dovessero continuare a non sortire l’effetto desiderato, 66/60 con ancora sei minuti da giocare.

La partita si interrompe con troppa frequenza e a farla da padrona sono ancora, Arezzo che conduce e Bcl che insegue 71/69 e venti secondi da giocare, con i padroni di casa di nuovo in lunetta, uno su due e 72/69 sul tabellone con gli ultimi 18 secondi da giocare, Pierini sui liberi si gioca il tutto per tutto, uno lo mette l’0altro no 72/70 e solo 4 secondi, finisce la partita e il campionato con un presunto fallo non assegnato al Bcl, finale ad Arezzo 72/70.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.