Quantcast

Amore e Vita, Marco Tizza punta al riscatto al Memorial Pantani e al Trofeo Matteotti

Occhi puntati anche sui due stagisti debuttanti in casacca AeV, Giacomo Cassarà e Mattia Benedetti

Archiviata la parentesi in azzurro alla Coppa Sabatini con una prestazione al di sotto delle aspettative Marco Tizza è pronto per giocarsi un all in in questo weekend.

Si parte dal Memorial Marco Pantani a Cesenatico, per poi passare sulle strade abruzzesi del Trofeo Matteotti. Due manifestazioni importanti che rappresentano una sfida determinante per i colori e di Amore e Vita, essendo state entrambe vinte in passato da atleti di Fanini. Marcussen prima, e Pelliconi poi, si aggiudicarono negli anni ’80 il Trofeo Matteotti, mentre, è storia recente quella scritta da Marco Zamparella che nel 2017 si aggiudicò il Memorial Pantani.

“Ricordo ogni chilometro come se fosse ieri – espone ancora emozionato l’ex atleta di Amore e Vita, oggi direttore sportivo del team di Fanini – andai all’attacco fin dai primi chilometri portando via la fuga buone dopo circa un quarto di corsa. Poi restammo al comando in due, ed infine da solo fino a che non venni ripreso nei 50 chilometri finali. Poi, a quel punto tenni duro e riuscì a tenere il passo dei migliori nella fase finale. Vinsi la corsa di tattica, di cuore e di testa più che di gambe. Però alla fine anche quelle fecero la differenza visto che riuscii a mettermi alle spalle campioni come Diego Ulissi, Egan Bernal, Mattia Cattaneo, Sonny Colbrelli ed Elia Viviani. Un ordine d’arrivo non da poco insomma, un ricordo che rimarrà indelebile sia per me che per la famiglia Fanini. Oggi mi trovo dall’altra parte, sono a ricoprire il ruolo del Ds e cercherò di consigliare e motivare i miei atleti al meglio, come a suo tempo fecero con me Maurizio Giorgini e Francesco Frassi. Per entrambe le corse puntiamo ancora su Marco Tizza, perché la prova di Peccioli non gli rende assolutamente merito e sono sicuro che saprà riscattarsi”.

Oltre a Tizza occhi puntati anche sui due stagisti, debuttanti in casacca A&V. Si tratta di due Under 23 molto promettenti come Giacomo Cassarà e Mattia Benedetti. Cassarà corre nel Gragnano Sporting Club, un team tra i più storici d’Italia, con sede a pochi chilometri da quella di Amore e Vita e presieduto dall’esperto Carlo Palandri. Uomo di profonda tradizione ciclistica da sempre molto affezionato alla famiglia Fanini, tant’è che il figlio Marino, ex ciclista, oggi imprenditore di successo, passò al professionismo proprio in maglia Amore e Vita . Mattia Benedetti invece proviene dal Futura team dell’ex campione Franco Chioccioli, vincitore in carriera di un Giro d’Italia e, anch’egli, ex atleta e pupillo di Ivano Fanini.

“Sono entrambi ragazzi seri, tenaci e coraggiosi, due ottimi prospetti dotati anche di grande talento e generosi margini di miglioramento per il futuro – spiega Cristian Fanini – sebbene sia necessario specificare che non avremo grosse pretese o aspettative da parte loro, sono però sicuro che sapranno trovare il modo per mettersi in luce in maniera apprezzabile. Sarà un debutto a dir poco prestigioso, con un parterre di atleti al via stellare e tutti in fase di rifinitura finale per i campionati del mondo in programma la prossima settimana. Come dico sempre, questo deve servire da motivazione affinché possano dare il meglio, consapevoli che non avranno alcun tipo di stress da parte nostra ma solo applausi”.

Inoltre Amore e Vita punterà moltissimo anche su Paolo Totò e su Stefano Pirazzi, due atleti di grande esperienza e spessore, importanti per la formazione diretta da Zamparella e Giorgini, a cui viene chiesta una grande prova d’orgoglio in questo finale di stagione. Sia Totò che Pirazzi in passato hanno sempre ben figurato proprio in queste due competizioni, specialmente Totò, che vanta un terzo posto al Pantani e un quarto al Matteotti. Pertanto saranno chiamati a dare battaglia e essere valide alternative a Marco Tizza. Da segnalare anche il ritorno alle corse dopo oltre sei mesi di Manuel Senni. Travolto in allenamento nel mese di aprile scorso e successivamente operato per problemi relativi all’incidente, rientrerà in gara proprio sabato nella corsa di casa, sulle strade della sua Cesenatico in onore di Marco Pantani.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.