Quantcast

Ancona Matelica, tutto sull’avversario della Lucchese

L'ultimo pari con i rossoneri risale al 2014

Il 15 giugno scorso è stato raggiunto l’accordo tra l’Unione Sportiva Anconitana e il Matelica, con il consenso del Comune di Ancona e della delegazione della tifoseria. Viene intrapreso l’iter da parte del Matelica, per il cambio di denominazione, a partire dalla stagione 2021-22 la squadra assumerà il nome di Ancona Matelica e nella stagione successiva parteciperà al campionato come Ancona. La cerimonia di presentazione si è svolta alla Mole Vanvitelliana alla presenza degli esponenti delle due società e delle autorità dell’amministrazione locale. La nascita ufficiale è avvenuta il 13 luglio scorso.

Rendimento

Dopo 4 giornate di campionato i dorici occupano da soli il terzo posto della classifica con 7 punti dietro il quartetto di squadre che con una lunghezza in più si trova alle spalle della capolista Pescara. Un ottimo avvio quello dei biancorossi. I marchigiani hanno archiviato bene la sconfitta all’esordio nei minuti di recupero a Pescara, piegando l’Olbia per 2-1 e rifilando due reti al Pontedera nell’ultimo turno. In Coppa sono approdati agli ottavi di finali dopo aver estromesso nel primo turno l’Aquila Montevarchi in casa lo scorso 21 agosto ai calci di rigore e violando il “Partenio Adriano Lombardi” di Avellino grazie a un gol di Iannoni in avvio di partita lo scorso 15 settembre. I dorici torneranno in campo per la competizione il 3 novembre in casa con la Viterbese.

Cifre

Non solo quando ha vinto ha segnato due gol, la stessa cosa è accaduta in occasione della prima sconfitta all’esordio a Pescara, l’unica gara in cui ha dovuto rincorrere il risultato. Ha chiuso a reti bianche la gara andata in scena allo Zecchini di Grosseto contro i maremmani. Ha la porta inviolata da 202 minuti dall’ultimo gol incassato da Ragatzu dell’Olbia. Cinque le reti segnate, comanda la classifica Federico Moretti con la doppietta rifilata all’Olbia, gara poi macchiata con un espulsione. A quota 1 gol troviamo Faggioli, Sereni e Rolfini. Fino ad ora l’Ancona Matelica è sempre andata in gol nel secondo tempo. Ha usufruito di un calcio di rigore con il Pontedera fallito da Moretti con il Pontedera.

Squadra

Sono sette i calciatori che nella passata stagione hanno giocato con il Matelica inserito nel girone B della Serie C. Il portiere Leonardo Vitali fino a gennaio 2021 al Foggia, i difensori Alessandro Di Renzo e Emanuele Maurizii arrivato in prestito dall’Ascoli lo scorso anno al Matelica e Niccolò Tofanari anche lui fino a gennaio 2021 all’Ascoli, il centrocampista Edoardo Ruani e gli attaccante Federico Moretti e l’albanese Alessio Vrioni. In porta dall’Osimana arriva il portiere Lorenzo Canullo e dalla Casertana Michele Avella con trascorsi già al Matelica. In difesa dal Gozzano è stato prelevato Alessandro Bianconi, dal Pisa in prestito è stato preso Lorenzo Masetti e dal Feralpisalò dopo aver militato fino a gennaio a Teramo è arrivato in biancorosso Luca Iotti. A centrocampo dalla Virtus Vecomp Verona arriva Andrea Del Carro, in prestito dalla Salernitana dopo essere andato in prestito alla Juve Stabia arriva Edoardo Iannoni, con la stessa formula dopo aver giocato nella stagione scorso nelle fila dell’Imolese è stato prelevato Lorenzo Sabattini dalla Sampdoria. Arrivano nelle Marche dal Legnago, il centrocampista Matteo Gasperi e l’attaccante Alex Rolfini e dal Ravenna oltre al centrocampista Salvatore Papa è stato acquisito anche Marcello Sereni. Arriva dalla Vis Pesaro il centrocampista Michael D’Eramo. In avanti dal Castelnuovo Vomano è arrivato Alessandro Faggioli e dalla Juventus arriva in prestito Ferdinando Del Sole.

Allenatore

Per la terza stagione consecutiva, Gianluca Colavitto è alla guida del Matelica. Il tecnico partenopeo ma lancianese di adozione era arrivato nell’ottobre del 2019 voluto dall’attuale direttore sportivo Francesco Micciola con il quale aveva condiviso un esperienza alla Vastese nel campionato 2017-18. La stagione successiva nella seconda parte del campionato viene chiamato dall’Avezzano e riesce a salvare i marsicani. L’ex difensore di Torres, Juve Stabia, Sora e Lanciano prima di approdare al Matelica aveva svolto la sua carriera da tecnico sempre in Abruzzo in Promozione con l’Angizia Luco, nel febbraio 2015 subentra sulla panchina del Celano ma non riesce a evitare la retrocessione. Dal 2015, con una breve interruzione guida la Vastese vincendo l’Eccellenza piazzandosi a metà classifica le stagioni seguenti. Poi l’arrivo al Matelica con il traguardo storico della Promozione in Serie C e i playoff dello scorso anno con l’eliminazione di Sambenedettese e Cesena prima dell’estromissione ad opera del Renate dopo il doppio pareggio per 1-1 in virtù del peggior piazzamento. Dovendo però vivere lontano dalla squadra questo doppio confronto in quanto impegnato a combattere la battaglia personale con il Covid all’ospedale di Civitanova Marche.

Rosa

Portieri: 1 Lorenzo Canullo, 12 Leonardo Vitali, 22 Michele Avella

Difensori: 5 Alessandro Bianconi, 3 Alessandro Di Renzo, 28 Emanuele Maurizii, 25 Lorenzo Masetti, 6 Luca Iotti, 14 Niccolò Tofanari

Centrocampisti: 8 Andrea Del Carro, 4 Edoardo Iannoni, 26 Edoardo Ruani, 15 Lorenzo Sabattini, 7 Matteo Gasperi, 23 Michael D’Eramo, 27 Salvatore Papa

Attaccanti: 18 Alessandro Faggioli, 20 Alessio Vrioni, 9 Alex Rolfini, 17 Federico Moretti, 21 Ferdinando Del Sole, 10 Marcello Sereni

Arbitro

Ad Ancona è stato designato il signor Eugenio Scarpa di Collegno con l’avvallo degli assistenti Simone Asciamprener di Milano e Vittorio Consonni di Treviglio, il quarto ufficiale è il signor Ciro Aldi di Lanciano. Prima direzione per i rossoneri con il fischietto piemontese. Tre invece i precedenti con il Matelica uscita sempre sconfitta in trasferta, in Serie D il 2 dicembre 2018 per 1-0 nella sfida con la Jesina a questa si aggiunge le due sconfitte dello scorso anno, il 21 ottobre 2020 a Mantova per 5-2 e il 3 febbraio 2021 in casa del Sudtirol per 4-2.

Precedenti

Il bilancio complessivo parla di 44 confronti con 13 vittorie dei marchigiani, 15 affermazioni rossoneri e 16 pareggi. Il primo confronto venne giocato il 28 gennaio nel 1940 valevole per il campionato di Serie B e si chiuse sull’1-1. Risale all’ultimo confronto andato in scena allo Stadio Del Conero l’ultimo successo dei biancorossi il 27 febbraio 2016 per 3-0. Gol all’alba della sfida di Di Ceglie e sui titoli di coda di Bussi e Cognigni. L’ultimo pareggio arrivò l’8 dicembre 2014 con la Lucchese sempre in grado di rispondere al vantaggio locale arrivato prima con D’Orazio e risposta di Ferretti, nella seconda parte Tavares per i dorici e Lo Sicco per i rossoneri. La Lucchese non passa in terra marchigiana dal 14 dicembre 1997 quando era guidata il panchina da Luigi De Canio e vinse grazie alla rete di Roberto Paci poco dopo l’ora di gioco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.