Quantcast

Sfida con Modena: tutto sull’avversario della Lucchese

In campo anche due ex rossoneri

Più informazioni su

Modena: una big che deve ancora dimostrarlo completamente. L’intento societario è ben evidente, riportare i canarini in Serie B da dove mancano dalla stagione 2015-16 e mettersi definitivamente alle spalle un lasso di tempo che ha visto i gialloblu scendere addirittura in Serie D. E’ questa la direttiva arrivata dalla famiglia Rivetti che ha preso il controllo della società dal giorno seguente all’eliminazione dai playoff ad opera dell’Albinoleffe. Le operazioni compiute in sede di mercato non hanno disilluso le attese da parte dell’ex direttore sportivo del Siena, Davide Vaira con trascorsi da calciatore in Toscana alla Massese, alla Carrarese e al Castelnuovo Garfagnana.

Allenatore

La panchina degli emiliani è stata affidata a Attilio Tesser, il tecnico di Montebelluna è specialista in Promozioni. Suo il doppio salto dalla Serie C alla massima divisione con il Novara, con l’ex difensore dell’Udinese hanno festeggiato la Promozione in Serie B anche la Cremonese nella stagione 2016-17 e nella stagione 2018-19 il Pordenone. Nella stagione 2010-11 ha vinto la panchina d’argento

Rendimento

E’ un inizio di stagione al di sotto delle aspettative. Attualmente i giallo-blu con 9 punti in classifica occupano la sesta posizione con un ritardo di 5 punti dalla capolista Reggiana. Se fuori casa il bilancio è rassicurante con due successi consecutivi a Fermo e a Cesena dopo il pareggio a reti bianche al debutto a Grosseto, lo stesso non si può dire delle gare sostenute all’”Alberto Braglia” dove ha diviso la posta con Reggiana e Teramo ed è stato superato dalla Virtus Entella per 2-1. Sicuramente la vittoria in Romagna dell’ultimo turno ha ridato fiducia all’ambiente dopo la sconfitta con la Virtus. In campionato non vince tra le mura amiche dal 25 aprile quando sconfisse il Legnago per 3-0 nell’ultima gara della passata stagione prima dei playoff. L’unico successo casalingo è arrivato in Coppa con l’Imolese strapazzata per 4-0 dopo aver eliminato la Vis Pesaro in terra marchigiana. I canarini il prossimo 3 novembre affronteranno in casa il Piacenza in un confronto valevole per gli ottavi di finale.

Cifre

Il bilancio è di 3 pareggi, due vittorie e una sconfitta con 8 segnati e la metà subiti. Minesso e Bonfanti comandano la graduatoria con 2 gol, seguito a quota uno da Ogunseye, Scarselli, Ingegneri e Armellino. Si è vista fischiare due rigori contro nella stessa partita il 25 settembre con la Virtus Entella di cui uno parato da Gagno a Lescano. Si è vista sventolare due cartellini rossi con Ciofani in casa con la Virtus Entella e con Ogunseye all’Orogel Stadium-Dino Manuzzi di Cesena. In casa ha segnato due gol e ne ha incassati 3 di cui 2 nel secondo tempo entrambi decisivi al fine del risultato, fuori ha segnato 6 gol incassandone 1.

Volti nuovi

Attualmente in rosa sono 8 i calciatori rimasti dalla passata stagione. I portieri Riccardo Aimi, Antonio Narciso e Riccardo Gagno, i difensori Antonio Pergreffi e Andrea Ingegneri, i centrocampisti Luca Castiglia e Fabio Gerli e l’attaccante Gaetano Monachello. Grandi nomi in ogni reparto. In difesa dalla Casertana arriva Tommaso Silvestri, dalla Fiorentina Fabio Ponsi, dall’Arezzo Tommaso Maggioni, dal Frosinone il figlio d’arte Riccardo Baroni, dal Bari Matteo Ciofani e dal Chievo Verona Francesco Renzetti. A centrocampo dal Pordenone dopo essere andato a gennaio in prestito al Cosenza arriva Luca Tremolada, dal Monza Marco Armellino e della stessa società arriva Nicola Mosti nella passata fino a gennaio 2021 in prestito alla Juventus Under 23 poi passato in prestito all’Ascoli, dalla Vis Pesaro arriva Manuel Di Paola. Sempre a centrocampo è rientrato dal prestito Edoardo Duca dalla Pergolettese. In attacco dal Pisa dopo aver trascorso la passata stagione al Perugia arriva in Emilia Mattia Minesso, dal Cittadella è stato prelevato Roberto Ogunseye, dal Carpi arriva Romeo Giovannini, dall’Inter i Modena si è assicurato Nicholas Bonfanti, completano il reparto Alessandro Marotta nella passata stagione fino a gennaio 2021 al Vicenza poi alla Juve Stabia e il brasiliano Paulo Azzi nello scorso campionato prima a Seregno e poi al Lecco.

Stranieri

Sono due gli stranieri, il centrocampista nigeriano Mario Riliwan Rabiu e il brasiliano Paulo Azzi.

Ex

Sono due gli ex rossoneri, il difensore Francesco Renzetti a Lucca a per due stagioni e mezzo dal Gennaio 2006 al giugno 2008 con 63 presenze all’attivo e Alessandro Marotta in rossonero nel campionato 2010-11 con 29 presenze e 15 centri.

Curiosità

I calciatori Nicola Mosti e Fabio Ponsi sono nativi di Pietrasanta.

Arbitro

La sfida del Braglia è stata affidata a Antonino Costanza di Agrigento con la collaborazione dei signori Massimiliano Bonomo di Milano e Amedeo Fine di Battipaglia. Il quarto ufficiale è Abdoulaye Diop di Treviglio. Il fischietto siciliano alla sua terza stagione in questa categoria non ha precedenti con le due squadre

Convocati

Portieri: 26 Riccardo Gagno, 1 Antonio Narciso.

Difensori: 30 Riccardo Baroni, 13 Matteo Ciofani, 14 Tommaso Maggioni, 4 Antonio Pergreffi, 2 Fabio Ponsi, 3 Francesco Renzetti, 15 Tommaso Silvestri,

Centrocampisti: 7 Marco Armellino, 23 Manuel Di Paola, 20 Edoardo Duca, 16 Fabio Gerli, 6 Mario Rabiu, 17 Fabio Scarsella, 8 Nicola Mosti, 32 Luca Tremolada.

Attaccanti: 9 Nicholas Bonfanti, 27 Paulo Azzi, 21 Romeo Giovannini, 10 Alessandro Marotta, 18 Mattia Minesso.

Assenti

Mancherà il difensore Andrea Ingegneri sottopostosi ad un intervento chirurgico a Monaco di Baviera e sarà assente anche l’attaccante Roberto Ogunseye squalificato per tre giornate dopo l’espulsione rimediata a Cesena nell’ultimo turno di campionato

Precedenti

Otto dei diciotto precedenti a Modena sono terminati in parità. Il Modena ha vinto sette volte e i rossoneri tre. Risale a trentuno anni fa l’ultima vittoria rossonera, la gara era valevole per il campionato di Serie B, l’11 novembre 1990 e venne decisa da un autorete di Castellacci a 20 minuti dalla conclusione, i padroni di casa erano guidati da Renzo Ulivieri e sulla panchina rossonera c’era Corrado Orrico. Da oltre 20 anni le due squadre non si trovano di fronte, il 25 febbraio 2001 in Serie C gli emiliani vinsero per 2-0 grazie alle reti Fambrini e Grieco. Il Modena sulla cui panchina sedeva Giovanni De Biasi riuscì nell’impresa di compiere il doppio salto dalla Serie C alla Serie A.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.