Quantcast

Ct Lucca Vicopelago, il girone di ritorno si apre con un ko contro Genova

Un match tosto senza Bara, Turati e una Jessica Pieri che si è ritirata dopo appena un game

Il girone di ritorno del Circolo Tennis Lucca Vicopelago si apre con una sconfitta per 3-1 in casa del Tennis Club Genova che adesso vede da vicino il pass per le semifinali scudetto. Già a ranghi completi sarebbe servita una grande impresa per le biancorosse, costrette ad affrontare questo scontro diretto senza Bara, Turati e una Jessica Pieri presente solo per onore di firma dato che si è ritirata dopo appena un game. Con cinque punti da recuperare alle genovesi in sole due partite, per il circolo del presidente Donald Morrison si fa, purtroppo, sempre più concreta la possibilità di disputare i playout per mantenere un posto nella prossima Serie A1. Eppure, nonostante le difficoltà di organico, Lucca ha lottato strenuamente sino alla fine, andando vicinissima ad un pareggio che avrebbe lasciato aperte tutte le combinazioni. A questo punto sarà molto importante il derby di domenica tra le mura amiche contro il Tc Italia Forte dei Marmi, battuto a domicilio dalla prima della classe Società Canottieri Casale, per stabilire chi chiuderà, molto probabilmente, al terzo posto, in modo da avere un accoppiamento sulla carta più favorevole agli spareggi.

Il Ct Lucca ha affrontato questa delicata sfida con l’organico ridotto ai minimi termini. All’assenza della rumena Irina Bara, impegnata in una serie di tornei in Sudamerica, si aggiunge quella di Bianca Turati infortunatasi in settimana nel corso di un torneo ITF in Estonia. Senza considerare che Jessica Pieri, alla prese con un fastidioso problema al polso, è costretta a dare forfait dopo che si era appena disputato il game iniziale nella sfida che la vedeva contrapposta alla numero uno del circolo ligure, ossia Lucia Bronzetti.

Scalata di una “posizione”, Tatiana Pieri ha dovuto affrontare una tennista solida ed esperta come Martina Caregaro. È stata propria la tennista aostana ad imporsi in due set, dall’andamento per certi versi simile, per 6-3 7-5. Nel primo parziale a far pendere la bilancia dalla parte delle giocatrice locale è stato un break operato in apertura. Caregaro nel successivo set strappava due volte il servizio a Tatiana Pieri per issarsi su un 5-1 che apparentemente le permetteva di cullarsi in sonni tranquilli. Con grande carattere la tennista classe 1999, mai doma, riesce a riaprire clamorosamente la contesa recuperando i due break. Sul 5-5, però, arriva l’immediato controbreak di Caregaro, fredda poi a chiudere set ed incontro sul 7-5.

A tenere in vita il team dei capitani Ivano Pieri e Cristiano Cerri ci pensa Clarissa Gai che, al debutto stagionale in questa Serie A1, risponde presente. Nella sfida tra i due prodotti dei rispettivi vivai, la tennista versiliese si impone per 7-5 6-1 nei confronti della baby Lucia Tognoni. A fronte di un primo parziale combattuto, con la tennista di casa più avanti di un break, è seguito un secondo set nel quale Clarissa Gai ha fatto valere la sua maggiore esperienza, lasciando solo le briciole alla sua rivale. Ancora una volta tocca quindi al doppio stabilire il risultato finale, che avrà un peso fondamentale nell’economia del proseguo della stagione. Lucca opta per Tatiana Pieri-Clarissa, Genova risponde con la coppia Caregaro-Asseretto. Come successo contro Casale, altro punto di svolta di questo girone per le biancorosse, il Ct Lucca cede al super tiebreak con il punteggio di 6-4 0-6 e 10-7, con un grosso rammarico per non aver gestito il momentaneo vantaggio di 7-4 nell’ultimo parziale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.