Quantcast

Bc Lucca alla prova del Gema Montecatini. Coach Tonfoni: “Un avversario ostico” foto

La squadra è ai vertici della classifica

Settimo impegno per la truppa di Tonfoni e ancora tra le mura amiche del Palatagliate: a scendere a Lucca è una prima della classe, il Gema Montecatini, squadra che attualmente è ai vertici della classifica in compagnia dell’altra squadra di Montecatini e della Synergy Valdarno, tutte e tre con cinque vittorie su sei partite disputate.

Il Gema Montecatini è una squadra ostica da affrontare: tra le sue file c’è l’ex di turno Spagnolli, che insieme ai Marengo, Molteni, Ghiarè, Rasio hanno dato le “paghe” a tutti quanti con differenziali da doppia cifra, tranne lo scivolone contro l’Olimpia Legnaia nella prima di campionato, maturato però dopo un supplementare.

Coach Tonfoni conosce molto bene gli avversari che domani (13 novembre) si presenteranno al Palasport, li ha allenati in un recente passato, oltre a essere lui stesso nato in quelle terre e cresciuto nutrendosi dell’humus del basket di Montecatini.

“E’ una squadra completa in ogni ruolo – ammette il coach -: ha macinato gioco e va affrontata con grande concentrazione sia in fase difensiva che offensiva, perché sono in grado di punire qualsiasi errore, noi dobbiamo essere bravi a fare una bella partita, anzi direi la partita perfetta, giocata con grande applicazione, senza sbavature e con grande lucidità nelle realizzazione, provando a stare attaccati alla partita, sabato ci troveremo a giocare contro un autentica corazzata”.

Oltre alla naturale e prevedibile apprensione nell’affrontare una squadra come il Gema Montecatini si aggiunge un ulteriore motivo di preoccupazione dato dal reparto infermeria, due under hanno rimediato un leggero infortunio durante le sedute di allenamento e molto probabilmente non potranno essere disponibili per la partita “ è stata una settimana abbastanza problematica, un paio di infortuni da valutare , qualche risentimento, diciamo che abbiamo passato settimane migliori, niente di serio, sta tutto nelle regole del gioco e certamente non mi lamento, resta però un fatto oggettivo, la squadra non si è potuta allenare come avrei voluto “

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.