Quantcast

Un Bama falcidiato affronta Campi Bisenzio

Oltre a Lorenzi e Chiarugi è fuori anche Niccolò Pinzani

Ormai è ufficiale. Il Bama Altopascio ha acquistato il dispensatore di numeri, modello gastronomia del supermercato, da installare prima dell’infermeria. Il match di domani sera (27 novembre) alle 21, sul sintetico della Campi Arena contro il Campi Bisenzio, era già da prendere con le molle a cose normali (avversari inseguono a soli due punti gli altopascesi). Con il roster falcidiato il coefficiente di difficoltà per i rosablu si impenna decisamente.

Riassumendo: ai lungodegenti Lorenzi e Chiarugi si è aggiunto anche Niccolò Pinzani, che, a seguito di “una carezza in un pugno” subita contro Fucecchio ha riportato il distacco della retina all’occhio destro. Sicuramente assente. Per ciò che riguarda Creati (forte distorsione domenica) e Pellegrini (fermo da 15 gg per stiramento) si deciderà all’ulitmo istante, si spera di contare su almeno uno dei due. Difficile presentare un roster completo, sicuramente ci sarà qualcuno in panchina per onor di firma. Campi Bisenzio, superato l’anno scorso nella finale della serie D a Firenze e ripescato come seconda classificata, é un’ottima squadra, ben allenata. I due playmaker Ionta e Municchi si integrano alla perfezione e Torres é un tiratore, specialmente in caso di tiro piazzato, pericolosossimo. Con lui sul perimetro Corti e il giovane Petri, gente affidabile come i desueti Bot. In estate è arrivato la vecchia conoscenza Yerandi, una guardia cubana esplosiva, incontrata più volte in C Gold dal Bama, un cliente difficile. Sotto canestro Corsi, un rebus nella finale della serie D, e l’ottimo Dionisi, anche lui ex C Gold a Valdisieve. Un team che ha molte frecce nel suo arco, con il “rinforzino” di un pavimento in sintetico ormai raro a vedersi in serie C, che rappresenta un fattore campo. Il Bama ha comunque già dimostrato contro Fucecchio di avere sette vite come i gatti, di avere gli attributi, saper soffrire e difendere duro senza mai mollare fino al 40esimo minuto. Rosablu quindi pronti ad effettuare un nuovo blitz che consentirebbe di mantenere il secondo posto in solitudine alle spalle della Mens Sana Siena (prossimo avversario al PalaBridge).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.