Quantcast

Il Bama pasticcia e ne approfitta Siena

La formazione rosablu non riesce a essere incisiva

Più informazioni su

Bama Altopascio – Mens Sana Siena 67-72 (22-18; 33-32; 54-55)

BAMA: Creati F. 5, Pellegrini 8, Bini 12, Chiarugi 8, Salazar 29, Doveri 5, Del Frate, Pinzani, Creati M., Arrabito. All. Giuntoli.
MENS SANA: Menconi 6, Pannini 17, Iozzi 5, Sprugnoli 7, Giorgi n.e., Benincasa 9, Milano n.e., Del Cucina 1, Sabia 14, Santini n.e., Bovo 5, Tognazzi 8. All. Binella.
Arbitri: Parigi e Nocchi

“Sembra di essere ad Altopascio, non a Ponte Buggianese”. Così ha commentato un tifoso rosablu visto il “sold out” del Palabridge (180 posti utilizzabili causa covid), e visto la spendida cornice, con tifo incessante, da parte di bambini, ragazzi e tifosi altopascesi in “trasferta”. Ma questa è un’altra, squallida, storia. La storia del match invece narra di una vittoria di Siena, con pieno merito. Molto, anzi troppo, più lucidi e organizzati gli ospiti nei minuti finali, al cospetto di un Bama confusionario e pasticcione nei palloni decisivi. Gli allenamenti, causa i molti infortuni, senza intensità alla lunga si pagano. Così era stato a Campi Bisenzio, dove però i rosablu avevano accumulato un vantaggio cospicuo all’intervallo, così é stato contro l’ottimo team senese.

I falli commessi in modo ingenuo, i palloni in mano scippati dal buonissimo Pannini (mvp della gara), e le seconde e terze opportunità concesse a rimbalzo sono cassazione. Il tutto poi é terminato con un attacco rosablu letteralmente scellerato a -19″ , sul 67-70, dopo un’infrazione di 24″ ospite, senza chiedere un time out. Inspiegabilmente il pallone, invece di viaggiare sul perimetro per la tripla del pareggio, è arrivato nel cuore dell’area a Enabulele Bini, il quale, altrettanto inspiegabilmente, ha tentato il tiro da sotto, sbagliando, anziché scaricare ad un compagno sui 6,75.

Palla fuori e a -3”, clamoroso abbaglio degli arbitri , che hanno invertito una rimessa, palesemente a favore del Bama. Ma giusto così, quando si compiono altrettanto palesi, gravi e inaccettabili in serie C, errori, giusto non avere altre chances. Siena ha palesato un gioco più corale e intelligente nei minuti finali, con un Pannini in versione rebus. Tra i rosablu super Salazar, a tratti l’unico terminale offensivo del Bama vista la giornata negativa di alcuni suoi compagni, oggettivamente impalpabili. Suoi gli 11 punti consecutivi ( 3 su 3 da tre punti e 1 su 1 da 2) che hanno regalato il massimo vantaggio del Bama (49-40) al 25′.

Grazie anche ad una tripla di Pellegrini ed un appoggio di Bini Enabulelle. Siena non si scompone, pian piano rosicchia il gap, approfittando di alcune castronerie difensive altopascesi. Vira a + 1 al terzo fischio e nel testa a testa finale ha, meritatamente, la meglio. Il Bama comunque c’è. Pian piano sta recuperando tutti gli infortunati, Chiarugi ha di nuovo “assaggiato” il parquet, così come Pinzani, e Lorenzi è pronto al rientro (probabilmente domenica prossima). Una sconfitta può essere molto salutare se é interpretata nella giusta maniera. Occorre tornare a sudare al completo in palestra per la franchigia del Tau. Cosa, tra l’altro al momento non possibile poiché mercoledì 8/12 c’é il turno infrasettimanale con il Bama in viaggio verso Livorno (ore 20,30), sponda Invictus.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.