Quantcast

Lucca Triathlon, Pietro Santini vola alle Hawaii per i mondiali di Ironman

L'atleta ha infatti portato a termine l’Ironman Pays d’Aix en Provence posizionandosi settimo posto della sua categoria

Pietro Santini, classe 1992, del team Lucca Triathlon asd, è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi uno ‘slot’ per partecipare al Supersapiens ironman world championship 2022 a Kailua-Kona alle Hawaii.

Un risultato ottenuto anche grazie alla preparazione meticolosa supportata dal oach Enzo Fasano, dalla nutrizionista Sara Campagna e sempre tenuto sotto controllo dalla sorella Veronica Santini. Pietro ha infatti portato a termine l’Ironman Pays d’Aix en Provence posizionandosi settimo posto della sua categoria S3 (M30-34) con un tempo di 9 ore e 49 minuti,

La gara si è svolta la scorsa domenica (22 maggio) nel sud della Francia su un percorso non dei più semplici dove le temperature troppo estive hanno contribuito ad aumentare il livello di difficoltà della gara. La partenza è avvenuta dal lago di Peyrolles, a circa 20 km dal centro città, dove Santini ha nuotato per 3,8 chilometri in un percorso ad anello, per poi proseguire i 180 chilometri in bicicletta sulle strade del Pays d’Aix e dell’Haut-Var, e scalando l’imponente montagna Sainte-Victoire per un totale di 2 mila metri di dislivello positivo. Terminata la frazione di bici, è andato avanti con la corsa, un percorso ondulato che non ha dato respiro per ben 42,1 chilometri con 400 metri di dislivello.

I tempi di Santini sono stati di tutto rispetto: ha completato la prima frazione in 1 ora e 54 secondi, per poi passare alla bici, suo punto forte, vista l’esperienza maturata nel ciclismo su strada e nel ciclocross, dove ha percorso i duri 180 chilometri in sole 5 ore e 3 minuti a un passo di quasi 36 chilometri orari e per finire l’ultima frazione, la corsa, dove il caldo e il percorso collinare, hanno contribuito a stancare l’atleta che ha completato i 42 chilometri in 3 ore e 38 minuti.

La trasferta negli Usa quindi, per Pietro, sarà più una gratificazione che una vera e propria sfida. I primi di luglio l’atleta si sposerà con  Martina e i due trascorreranno parte del viaggio di nozze sull’isola di Kona, per godersi insieme l’atmosfera dell’Ironman: solo già essere stati in grado di qualificarsi per un mondiale è di per sé una sfida vinta.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.