Demollari, fissata la data per il Trofeo delle Cinture: sul ring l’1 marzo

La finale si disputerà a Castelfidardo. Si organizza la trasferta per supportare il pugile

Si disputerà a Castelfidardo, nelle Marche, nel pomeriggio di domenica 1 marzo l’attesa finale di boxe valida per la conquista del titolo del Trofeo delle Cinture Wbc pesi leggeri sulla distanza delle otto riprese al peso di 61.237 chili.

Finalissima che si terrà sul ring del palazzetto dello sport in piazzale Olimpia, tra il portacolori lucchese Marvin Demollari della Pugilistica Lucchese e il marchigiano Charlemagne Metonyekpon Charly del Boxing Club Castelfidardo, società quest’ultima che ha vinto l’asta per organizzare l’incontro.

“Ci aspetta una lunga trasferta – spiega il team manager della Pugilistica Lucchese, Maurizio Barsotti – ma sarà organizzato un pullman per seguire Marvi. Demollari ha già iniziato la preparazione ed insieme al suo maestro Giulio Monselesan hanno tracciato una linea guida da seguire anche perché il match sarà sulla distanza delle otto riprese, sinora erano solo sei, quindi serve un ulteriore impegno sia in preparazione che sul ring. Verrà, come accennato, organizzata una trasferta collettiva. Basterà prendere contatti con la Pugilistica Lucchese oppure seguire la pagina Facebook ufficiale della società”.

Sicuramente sarà un match dove lo spettacolo non mancherà, con i due boxeur che combatteranno per la cintura dei pesi leggeri, motivati e praticamente equivalenti, tra loro cambia solo lo stile: Demollari decisamente più fighter, mentre Charly appare più impostato a boxare alla distanza. Questa finale sarà il loro trampolino di lancio per salire sia nella graduatoria per la serie superiore sia in quella nazionale per poter puntare al titolo tricolore.

Ma vediamo i ruolini dei due pugili partendo daMarvin Demollari (6.1.0.): classe 1994, di Kavaje (Albania) italiano e lucchese d’adozione, cresciuto nella Pugilistica Lucchese, è preparato e seguito dai tecnici Giulio Monselesan e Orlando Giorgi. Nei quarti di finale ha battuto il laziale Osvaldo Gagliardi e lo scorso 20 dicembre scorso in semifinale a Roma, ha superato ai punti, al termine di dure sei riprese, il pugile di casa Luca Angeletti.

L’avversario Charlemagne Metonyekpon Charly (4.0.0.), classe 1995, del Benin, cittadino italiano di Castelfidardo, è allenato dai coach Andrea Gabbanelli e Daniele Marra della Boxing Club Castelfidardo. Ha passato i quarti di finale battendo il vicentino Marvin Luis Castillo Vargas e lo scorso 22 dicembre ha vinto contro Sabato Sirica alias Sabatino di Sarno.

Sarà dunque un match dove nessuno dei due pugili parte come favorito, quindi a pronostico zero si vedrà senza dubbio una finale tutta da seguire e dove l’augurio finale sarà: “che vinca il migliore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.