Quantcast

Amore & Vita cerca il riscatto al Gp Slovenia

La formazione lucchese al via nella gara balcanica per dimenticare la Francia. Ancora assente Senni

Domani (30 maggio) il team Amore e Vita sarà impegnato in Slovenia per un appuntamento intenso e ricco di aspettative. Sarà soprattutto un’opportunità per riscattare la prova di sei giorni fa in Francia, dove alcuni atleti non hanno reso in linea con le aspettative.

“Una gara sotto tono può capitare. Come anche una giornata storta – commenta il ds Marco Zamparella –  e poi le condizioni meteo erano davvero terribili tanto da dover modificare il percorso affinché fosse meno pericoloso. Comunque non voglio cercare scuse. Mi aspettavo molto di più dai miei atleti. Per quanto riguarda Pirazzi è stata la gara del rientro, quindi non avevamo aspettative particolari. Ma per gli altri adesso mi aspetto un cambio di marcia sostanziale. Da direttore sportivo sento di fare un plauso a Davide Appollonio che pur non essendo un atleta adatto alle altimetrie e alla durezza del percorso francese, è riuscito a concludere la gara nella top 30, dimostrando veramente una buona condizione.”

Il Gp Slovenia sarà una gara molto veloce, con un percorso, rispetto a quello francese sicuramente, più morbido sotto il profilo altimetrico, ma ugualmente impegnativo. La squadra cercherà di giocarsi le proprie chance senza commettere errori e soprattutto cercando di dare il massimo ad ogni pedalata fino alla fine. “Abbiamo diversi atleti che sulla carta potrebbero far bene – aggiunge Zamparella – l’importante sarà dare il massimo senza lasciare niente al caso e perché no, anche osare un po’ di più”.

L’unica nota dolente arriva purtroppo da Manuel Senni che, non ancora recuperato dopo l’incidente in cui fu coinvolto il 6 aprile, dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico e dovrà stare almeno 20 giorni fermo prima di tornare ad allenarsi. Si preannuncia quindi uno stop dalle competizioni di circa un mese e mezzo. Peccato perché Senni è un atleta importante per Fanini. Un punto di forza su cui il team sta puntando tanto ed invece sembra proprio che la sfortuna non voglia saperne di lasciare in pace. “Negli ultimi anni Senni ne ha passate davvero tante – commenta Cristian Fanini  –  dispiace molto per lui, però lo stiamo seguendo al meglio affinché possa recuperare in tempi brevi e siamo ottimisti che quando arriveranno gli appuntamenti che ci eravamo prefissati per lui, Senni sarà comunque in grado di esprimersi al meglio”.

 

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.