Quantcast

Pugilistica Lucchese, Frugoli in finale ai campionati italiani youth foto

Importante weekend per le giovanili della società. Bene il criterium al Pertini, Maida vince e convince a Firenze

Si è concluso un importante fine settimana per la Pugilistica Lucchese. Dopo le fasi regionali dei campionati italiani Youth (17/18 anni), disputate tra venerdì e sabato nella palestra dell’Isi Pertini, domenica si è svolto il secondo criterium giovanile della stagione 2021/2022, oltre alla trasferta a Firenze che ha visto impegnato Alessandro Maida.

Per la società lucchese, la giornata di venerdì è iniziata con il passaggio diretto alle finali di sabato per Lorenzo Frugoli, Youth 75kg, in seguito al ritiro di uno dei partecipanti.

Il primo incontro dei pugili nostrani è stato quindi disputato da Achraf Lekhal, Youth 69kg, contro Pagnini (Pugilistica Pratese). Ancora una volta Lekhal ha dimostrato gli enormi progressi ottenuti in questo anno. Tre riprese, le sue, in cui si è sempre fatto trovare reattivo e pronto ad interrompere l’iniziativa dell’avversario con colpi precisi e fulminei, senza esporsi a rischi grazie ad un’elevata mobilità, vincendo in modo inequivocabile.

Apre invece i match fuori torneo Filip Donati, élite 2a serie 86kg, impegnato contro Baldassare Ruocco (Old School Boxing). I due hanno disputato un incontro di grande grinta, in cui è Donati a portare a casa le prime due riprese grazie alla maggiore pulizia dei colpi a segno. Ma nell’ultima ripresa, a corto di fiato, il lucchese si scompone tanto da subire un richiamo ufficiale, che determina l’esito pari dell’incontro.

Grande prestazione di Matteo Di Santoro, élite 2a serie 69kg, contro Matteo Bellotti (Fight Club X Boxing Firenze). Nelle prime due riprese l’allievo di Giulio Monselesan è il protagonista dell’incontro, non lasciando spazio di manovra all’avversario con combinazioni rapide e potenti che ne arrestano le azioni sul nascere. Più equilibrata la terza ripresa in cui, complice la stanchezza, i due hanno messo spesso da parte la scherma per condurre l’incontro con un serie di scambi sulla corta distanza. Il risultato è stato comunque una meritata vittoria per Di Santoro.

Nella giornata di sabato si è nuovamente visto sul ring Lekhal, stavolta opposto a Falaschi (Boxe Mugello), considerato l’uomo da battere nella categoria. I due, molto diversi a livello tecnico (più tecnico e sfuggente il lucchese, rispetto al fighter puro della Boxe Mugello), hanno dato vita ad un match equilibrato, in cui se Lekhal ha brillato per la sua abilità nello sfuggire al suo avversario colpendolo nel frattempo con pugni chirurgici, Falaschi non è stato da meno, mettendo in campo tutta la sua grinta e la sua energia per aggredire costantemente l’avversario, seppur trovando raramente il bersaglio. Al termine il verdetto, piuttosto discusso, premia Falaschi e gli consegna l’accesso alle fasi nazionali.

Più semplice invece la finale per Lorenzo Frugoli, che ha affrontato Lapo Pistelli (Pugilistica Isolotto). Nonostante non sia apparso al meglio, l’azzurrino made in Lucca ha comunque portato a casa senza grandi difficoltà un biglietto per le fasi nazionali.

Pugilistica Lucchese gare

A chiudere la serata è stato il match tra Alessandro Gatti, élite 1a serie 64kg, e Daniel Felix Peguero (Thunder Genova). Dopo essere uscito vincitore nella prima ripresa, Gatti ha abbassato la concentrazione nella seconda, regalando di fatto il vantaggio conquistato. La terza ripresa vede uno scontro equilibrato tra i due, ma a togliere ogni dubbio ci pensa l’arbitro, con un richiamo ufficiale al lucchese che ne determina la sconfitta.

Domenica è stata invece la volta dei giovanissimi, con il criterium giovanile svoltosi sempre all’Isi Pertini, dove oltre una cinquantina di bambini da tutta la Toscana (di cui 11 della Pugilistica Lucchese) si sono riuniti per un bel momento di sport e divertimento per la seconda volta dopo il lungo stop causa Covid.

Nel pomeriggio invece il maestro Giulio Monselesan ha accompagnato Alessandro Maida, Schoolboy 64kg, a Firenze, dove si è svolta una riunione tra rappresentative di pugili di Toscana, Liguria e Campania. Sul ring Maida vince e convince, concludendo in bellezza un fine settimana denso di impegni per la Pugilistica Lucchese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.