Quantcast

Rally Valdinievole e Montalbano, buone indicazioni per il binomio Moricci-Garafaldi

Solo una foratura posteriore durante la quarta prova ha condizionato il risultato finale

Un bicchiere mezzo pieno, l’esito del 37esimo Rally Valdinievole e Montalbano, per Ndm Tecno, gara individuata per portare al debutto la nuova Renault Clio Rally4, portata in gara da Paolo Moricci e Paolo Garavaldi, vettura mossa da un motore 4 cilindri 16 valvole da 1330 cm3, ampiamente rielaborato con lo sviluppo di un nuovo turbo, nuovi pistoni e nuove bielle, con la potenza che sale a 215 cv.

Il Rally a Larciano, per la squadra e per l’equipaggio, doveva essere esclusivamente un test, ideale prosieguo del lavoro svolto nei giorni prima dell’evento con due prima sessioni di test, le cui indicazioni dovevano appunto essere deliberate in gara. Una gara che sotto l’aspetto puramente sportivo era avviata assai bene, con un ritmo molto alto per Moricci, riuscito a centrare la seconda posizione di categoria ma riuscendo soprattutto a lavorare sul set-up, fattore estremamente importante per dare bilanciamento e competitività alla vettura. A metà gara, durante la quarta prova una foratura posteriore ha poi condizionato il risultato finale, per il quale comunque non vi era alcuna velleità, la squadra e l’equipaggio avevano solo il pensiero al lavoro sulla Clio, in ottica futura.

Sono estremamente soddisfatto – ha commentato Moricci a fine gara – i due test precedenti la gara avevano dato un indirizzo, ma la gara è servita a proseguire il lavoro di affinamento, che si completerà con altri test ed altre gare. La Clio Rally4 non è una macchina facile da mettere a punto, questa gara è servita per capire bene cose che nei test non avevamo approfondito, vi sono tantissime regolazioni, diciamo che il complesso vettura deve un po’ essere adattato alle strade italiane, molto più “nervose” di quelle francesi. È una vettura molto tecnica, sofisticata e nel finale della gara a Larciano l’ho sentita anche piacevole da guidare. Adesso pensiamo al Rally Abeti, ci arriviamo consapevoli di aver fatto qui un buon lavoro, che proseguiremo su altre strade molto tecniche e ci arriveremo dopo un altro test. Stiamo lavorando bene, con la squadra, arriveremo ad un livello molto alto, con la Clio, ne sono sicuro ed io mi sento molto motivato”.

Secondo impegno dell’anno per Ndm Tecno al fianco di Marco Zanin. Con suo fratello impegnato al Rally Adriatico, nelle Marche, per la seconda manche junior, il 18enne di Conegliano Veneto sarà invece impegnato al Rally Piancavallo, in Friuli, con la Renault Clio Rally5, per lui seconda gara della stagione dopo l’esordio con il terzo posto di classe al Colli Trevigiani. Al fianco di Zanin ci sarà Christian Camazzola, in quella che di fatto sarà l’apertura della Coppa Rally di quarta zona, essendo stato annullato il Rally Bellunese il mese scorso.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.