Virtus Lucca, otto moschettieri ai campionati italiani assoluti

Tante speranze di medaglia per gli atleti lucchesi, da Idea Pieroni a Marcell Jacobs Lamont

L’appuntamento più importante dell’anno è arrivato: da venerdì a domenica Padova ospiterà i campionati italiani individuali assoluti di atletica leggera. La Virtus Lucca è pronta a recitare il suo ruolo con otto alfieri che hanno tutte le carte in regola per essere protagonisti.

Partiamo dal settore femminile che negli ultimi due anni è cresciuto a vista d’occhio e ha visto le atlete biancocelesti scalare i gradini del panorama azzurro. A cominciare da Idea Pieroni: la diciottenne saltatrice in alto barghigiana, fresca del titolo regionale conquistato nei giorni scorsi a Firenze, vuole continuare a stupire. Le ultime prestazioni, buone ma non eccellenti, potrebbero essere il preludio ad un nuovo exploit. Nella mente c’è ancora l’1,90 di Minsk di fine febbraio. In mezzo sei mesi e tutte le vicende legate al lockdown, ma sappiamo che Idea ha nelle gambe questa misura e non solo quell’1,84 saltato ripetutamente nell’ultimo mese.

Discorso completamente diverso per Elisa Naldi. La 22enne saltatrice in lungo è uscita dal periodo di inattività in splendida forma e il suo ritorno in pedana è coinciso con un miglioramento continuo, di gara in gara, fino al 6,27 di metà luglio a Savona. Da lì in poi Elisa si è risparmiata per presentarsi al top della condizione proprio a Padova. A completare il trio delle donne Virtus ci penserà Irene Della Bartola che nell’alto si presenterà con un accredito di 1,72. La medaglia, forse, è lontana, ma la giovane virtussina non per questo vuole una gara di secondo piano.

Nel settore maschile c’è l’imbarazzo della scelta. Partendo da Edoardo Accetta che deve difendere il titolo italiano indoor nel triplo conquistato lo scorso febbraio. Purtroppo il rientro dal lockdown è stato caratterizzato da qualche problema muscolare che ha tenuto lontano Edoardo dalle gare vere. Padova rappresenta dunque un punto di svolta fondamentale. Dopo una partenza di stagione sottotono, anche Antony Possidente è pronto a ritagliarsi il suo ruolo da protagonista nel lancio del peso. Il 15,51 di pochi giorni fa è il segno che big-Antony è tornato ai livelli che lo hanno visto assoluto protagonista fino allo scorso inverno. Discorso molto simile per Roberto Orlando che andrà a caccia di una medaglia nel giavellotto. L’atleta Virtus ha avuto un inizio di stagione a ritmi bassi. Fino a qualche settimana fa, quando l’attrezzo scagliato a 75,12 ha confermato il percorso di crescita che Roberto aveva in mente per presentarsi a Padova nella condizione migliore.

Dopo un inizio di stagione difficile, anche Lorenzo Carlone sarà in Veneto per cercare un risultato di rilievo. Il saltatore in alto virtussino ha conquistato la misura di qualificazione all’ultimo tuffo, ma ha dimostrato una crescita costante nelle ultime settimane, viatico perfetto prima di una gara così importante.

L’ottavo alfiere Virtus è Marcell Jacobs. A Padova non gareggerà con la maglia biancocleste, bensì con quella delle Fiamme Oro Padova. Per tutti, però, Marcell rimane un uomo Virtus, che sarà protagonista di una sfida annunciata con il Filippo Tortu.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.