Campionati italiani indoor, Elisa Naldi ai piedi del podio

La Virtus Lucca torna da Ancona senza medaglie ma con tanti risultati positivi

Nessuna medaglia, ma tanti risultati di rilievo e la convinzione che con un pizzico di fortuna in più qualche podio sarebbe arrivato. Si è chiusa con un bilancio positivo la spedizione della Virtus Lucca ai campionati italiani assoluti indoor di Ancona. Presente con ben sette atleti, la società biancoceleste può guardare all’imminente stagione outdoor con grande fiducia.

Partiamo dalla prestazione migliore, che forse lascia il più forte amaro in bocca. Parliamo di Elisa Naldi e di un quarto posto – con la misura di 6,28 – che davvero per poco non si è trasformato in bronzo. In una gara che rimarrà nella storia dell’atletica leggera, segnata dal record del mondo di Larissa Iapichino volata a 6,91, Elisa conferma di essere tra le migliori specialiste italiane, candidata ad un ruolo da assoluta protagonista negli appuntamenti di questo 2021.

Non va oltre il sesto posto l’altro talento radioso della Virtus Lucca: rallentata da un infortunio alla caviglia, Idea Pieroni stringe i denti e l’1,75 finale le rende merito per aver voluto onorare la rassegna. Adesso un po’ di tempo per il recupero prima di una primavera intensa di eventi.

Quinto posto assoluto per Matteo Oliveri. Nella gara dell’asta, il portacolori Virtus arriva nuovamente alla misura di 5 metri, arrendendosi di fronte ad atleti più grandi ed esperti. Per il diciottenne saltatore ligure un’esperienza che serve per crescere e migliorare.

Nella velocità bravissimo Alessandro Pregnolato che nei 60 metri termina in 6″95, mentre Andrea Pacitto chiude nei 60 ostacoli con il tempo di 8”44. Molto bene nel mezzofondo Marta Castelli con il 2’13″89 e il quinto posto nella propria batteria; l’atleta romana, reduce da un anno difficile, è completamente ritrovata ai massimi livelli in Italia. Nel lancio del peso Anthony Possidente non è ancora al top della condizione e chiude con 1439.

Ultime due note dedicata e Edoardo Accetta e Marcell Jacobs Lamont. Il primo, campione italiano in carica nel salto in lungo, purtroppo assente ad Ancona a causa di un infortunio alle vertebre che lo ha costretto a saltare la difesa del titolo. Costretto ad assistere da casa agli italiani, Accetta sta lavorando per tornare in piena forma in vista della stagione outdoor. E infine Marcell Jacobs: l’ex virtussino in maglia polizia si laurea campione italiano indoor con il tempo di 6”55. Agli Euroindoor di Torun è pronto per essere assoluto protagonista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.