Geonova Lucca agguanta la vittoria in Valsesia foto

Drocker inarrestabile, i lucchesi sbaragliano gli avversarsi

Gessi Valsesia Basket – Geonova 74-80 (32/17 – 52/31 – 60/52 – 74/80)

VALSESIA:  Faragalli 11, Ingrosso 21, Rossi, Petracca 13, Cinalli  Dosic, Bedini 4, Vercelli  Di Meco 15, Cazzolato 6, Ambrosetti 4, Robino. All. Bolignano, ass. Gagliardini
GEONOVA: Drocker 15, Vico 17, Kushchev 12, Bartoli 8, Banchi 6, Genovese 11, Del Debbio, Simonetti, Pierini 2, Okiljevic 9. All. Catalani, ass. Puschi

La Geonova si fa corsara dopo una battaglia sul parquet del Gessi Valsesia Basket. Una rimonta clamorosa quella dei biancorossi che conquistano con grinta i due punti in palio.

Una partita difficile da raccontare, ricca di sorprese. Una Geonova che al riposo lungo sembrava decisamente fuori registro ed incapace di reagire ad una Valsesia veramente lanciata, si è poi rivelata prescisa, aggressiva, finalizzatrice, e con una difasa che bloccato ogni tentativo dei padroni di casa di sfondare. Alla fine se l’è meritata alla grande, prendendosi due importantissimi punti per scalare la classifica.

Inizio di partita al fulmicotone: un minuto di gioco e siamo sul 7-6 , Del Debbio, Kushchev, Genovese, Vico, Banchi sul campo, a comendare il gioco sono i padroni di casa che provano a scappare, sul 14-6 Catalani chiama timeout per spezzare il ritmo del Valsesia e riorganizzare le idee.

I padroni di casa sfoderano un inaspettata precisione al tiro anche da fuori area. Tocca a Banchi e poi Vico dai liberi tentare di arginare il Valsesia, un impresa che sembrerebbe ardua vista l’alta percentuale realizzativa che hanno i ragazzi di Bolignano.

A due dalla prima sirena sul tabellone si legge 26-13, un margine che comincia ad essere pesante per i bianco/rossi, ancora Banchi e poi Pierini portano la Geonova sul meno nove a un minuto dal termine del primo tempino..

Valsesia veramente micidiale da fuori, con altre due triple che sommate alle precedenti fanno sei nei primi dieci minuti, si portano sul 32-17 di fine quarto.

Il gioco riprende con Okiljevic che la infila da tre e poi Drocker per due punti 34-22 per la Geonova si fa vedere Bartoli dall’area per due punti che riporta la squadra al meno dieci.

E’ un secondo quarto iniziato in modo più soft, dopo sei minuti, sono quattro i punti messo a referto per i padroni di casa e nove per i ragazzi di Catalani.

Poi si illuminano Cazzolato e Ingrosso e tutto torna come nel primo quarto 48-26 e restano due minuti da giocare per arrivare all’intervallo lungo, due minuti che i padroni di casa sfruttano a pieno portandosi a 52 punti, mentre per la Geonova chiude sulla sirena Genovese con una tripla per finale di quarto di 52-31

Al rientro da riposo è la Geonova che sblocca il punteggio portandosi sul 52-36 dopo quattro minuti di gioco, quella che adesso si vede in campo è una Geonova più reattiva e precisa nel finalizzare le azioni 55-45 a tre e 20 dalla terza sirena.

E’ un quarto tutto di stampo bianco/rosso, ma ancora non sufficiente a recuperare il grosso divario che si era creato, chiude il terzo quarto Okiljevic per il meno otto con un tempo ancora da giocare.

Ultimo quarto con una Geonova trasformata, aggressiva, determinata, incitata a squarciagola dalla panchina: Vico, Bartoli, Okiljevic e un Drocker ritrovato portano la squadra a cinque minuti dal termine sul 64-64, poi Genovese firma il sorpasso 64-66.

Per i padroni di casa una tripla per rimettere il naso davanti, ma è Drocker a gelare il pubblico con una sua tripla 67-69 poi Banchi con coast to coast e Genovese da distanza stratosferica a mettere una bomba a cui risponde un indomita Valsesia con un’altra tripla per il 72-74 a meno di un minuto dal termine

E’ un finale da far saltare le coronarie 72-76 e 17 secondi da giocare, fallo e Vico va sulla lunetta uno su due per lui 74-77 e dieci secondi da giocare, e sui liberi va Drocker due su due per lui 74-79 ed la volta di Genovese dalla lunetta con in secondo da giocare 74-80 il finale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.